Via Bergonzi, le foto. Venerdì 7 Commissione Consiliare, la parola ai cittadini

Le ruspe sono ripartite. La situazione di via Bergonzi e del Parco sventrato dai progetti del Comune è ancora sotto la lente di ingrandimento dei cittadini. Per questo abbiamo presentato, lunedì in Consiglio un Ordine del giorno d’urgenza per riconsiderare le proposte alternative presentate dai residenti. Sebbene non ammesso a discussione, l’ordine del giorno ha stimolato l’interesse del consigliere Vecchi che ha richiesto la convocazione di una Commissione consiliare per venerdì 7 ottobre, ore 18.30, presso la sede Municipale di Piazza Pramnpolini. Nell’occasione chiederemo che un rappresentante dei cittadini possa prendere la parola per esporre direttamente le ragioni della protesta e le controproposte.

Non si è chiusa con l’incontro pubblico di giovedì scorso la “battaglia” di via Bergonzi, le minime modifiche proposte dall’assessore Ferrari non soddisfano nè i residenti nè Reggio 5 Stelle, e il parco rimane sempre a rischio di stravolgimento, se andranno in porto i progetti del Comune. Ora sono ripartite anche le ruspe, che stano minando alle radici (in senso letterale) gli alberi del parco. Trovate in questo post le foto inviateci dai cittadini.

Reggio 5 Stelle ha presentato un ODG d’urgenza nell’ultimo consiglio Comunale con cui si invitava il sindaco a prender atto dell’insoddisfazione dei residenti sia per le modifiche, più di forma che di sostanza, sia per la scarsa considerazione che le loro proposte hanno ottenuto.

Non si può uccidere un parco nato col quartiere e cresciuto coi suoi abitanti tagliandolo in due con una pista ciclabile, solo perché li costerebbe meno. Spostare di pochi metri a est il tracciato, come proposto da Ferrari, se evita la distruzione dell’area giochi e del campetto di calcio, è solo una finta modifica: il parco verrà comunque tagliato a metà creando anche situazioni di pericolo per ciclisti e frequentatori, soprattutto bambini e animali che si troveranno le biciclette sfrecciare proprio in mezzo.

E questo solo per non allungare di qualche metro la ciclabile facendola passare altrove, ad ovest del parco o, meglio ancora, utilizzando la stradina già esistente nel parco appena oltre via Barchi o realizzandola su via Barchi stessa, in modo che si connetta al resto del tracciato nello stesso punto previsto dal Comune. Lo stesso dicasi per i parcheggi: già oggi quelli esistenti sono inutilizzati e non si capisce l’utilità di farne altri.

Queste sono le controproposte dei cittadini che abbiamo chiesto di riconsiderare finche si è in tempo.

Il consiglio Comunale ha rifiutato di discutere l’ODG, ma su sollecitazione del consigliere Vecchi è stata convocata una Commissione per questo venerdi 7 ottobre presso il Municipio, alle ore 18.30, sala dei Gruppi Consiliari quinto piano, dove il progetto verrà riesaminato e  al quale potranno assistere anche i cittadini.

In particoalre, come da accordi verbali col presidente della Commissione consigliere Scarpino, chiederemo che un rappresentante dei cittadini possa prendere la parola per esporre le ragioni della protesta e le controproposte. La parola ai cittadini!

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *