VARIAZIONE DI BILANCIO, IL SISTEMA REGGIO NON TIENE

La variazione di bilancio mette in risalto la mancanza di politiche con una visione di lungo periodo da parte del PD
Anche quest’anno, infatti, con la variazione di novembre,  il Comune deve trasferire 900.000 euro a Farmacie Comunali Riunite, per consentire la copertura del costo dei servizi sociali.
Come già da due anni a questa parte, quindi,  FCR non  è più in grado di sostenere la spesa sociale di Reggio Emilia, a causa del calo della marginalità del suo core business.
E l’amministrazione comunale, invece di fare i conti con questa situazione, iniziando a ripensare il modello che fino a un paio di anni fa funzionava, ma che adesso, come evidenziano gli stessi dirigenti di FCR è in difficoltà, continua a nascondere la testa sotto la sabbia con il solito mantra del “va tutto bene”.
La scelta è sempre quella di rimandare i problemi.
Per quanto riguarda l’aumento di 300.000 euro dei trasferimenti verso l’Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia, riteniamo corretto che il Comune investa nei servizi per l’infanzia, chiediamo però di entrare nel merito della dinamica costi e ricavi e di avere le garanzie che la qualità del servizio erogato ai bambini e alle famiglie mantenga il livello qualitativo.
In generale si registra un aumento delle spese che passano da 165 a 170 milioni di euro, ma non si vedono interventi sostanziali ad esempio sulle strade che rimangono dissestate e sulla sicurezza.
Alessandra Guatteri Capogruppo Gruppo Consiliare Movimento. 5 Stelle
Gianni Bertucci Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *