Valorizzazione delle piccole imprese locali in attuazione del D.L. 102 del 2014

Dato che la direttiva 2012/27 /UE sull’efficienza energetica imponeva di installare la contabilizzazione di calore negli edifici condominiali che ne erano sprovvisti e che  a Reggio Emilia, i condomini, che si devono dotare della contabilizzazione per mettersi in regola con il D.L. 102 sono alcune centinaia e l’attuazione su vasta scala di questa direttiva porterà sul territorio molto lavoro.

Inoltre sul territorio locale sono presenti piccole aziende attive da moltissimo tempo che operano sul mercato della manutenzione, dell’installazione e della gestione del calore con elevate professionalità, competenze e flessibilità e son in grado di installare ciò che il D.L. 102 richiede.

Il M5S Reggio Emilia chiede al Sindaco e alla Giunta, che si faccia portavoce in sede di Consiglio di Amministrazione di IREN, quando si delibererà l’attuazione del D.L. 102 di privilegiare l’utilizzo di imprese locali dividendo il lavoro in più lotti in modo da evitare appalti unici al massimo ribasso e di conseguenza far lavorare un numero maggiore di piccole imprese già esistenti sul territorio.

La storia ci insegna che troppo spesso gli appalti di grandi dimensioni portano ad un risparmio nell’immediato in termini monetari, ma nel medio periodo ad un impoverimento e ad un ridimensionamento delle imprese locali (soprattutto quelle piccole che sono spesso il cuore pulsante della economia italiana) con perdite in posti di lavoro e di professionalità.

Mozione disponibile sul sito del Comune

 

 

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *