10386857_10153966708917317_7689841790671057642_n

UNA NOTTE DAVANTI AL COMUNE PER CHIEDERE VERITA’

La lunga “Notte della Trasparenza” davanti al Comune di Reggio. In silenzio per chiedere di far luce su 20 anni di appalti , lavori e cementificazione selvaggia a Reggio Emilia. Vent’anni anni di storia politica di questa città all’insegna del cemento che hanno favorito le mafie. Vent’anni che devono trovare sbocco in Commissione antimafia con l’audizione degli ex sindaci Delrio, Spaggiari e l’attuale Vecchi insieme a tutti i protoganisti dell’urbanistica e altri testimoni.

Dalle 21.30 alle 5 del mattino, dopo la manifestazione di oltre tre ore in piazza Casotti, decine di cittadini insieme ai parlamentari del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista, Maria Edera Spadoni, Luigi Gaetti (vice presidente della Commissione antimafia), Giulia Sarti e Francesco D’Uva (commissione antimafia)  e Michele Dell’Orco, hanno stazionato sotto il Comune di Reggio Emilia con una protesta silenziosa con tanto di centinaia di candele accese e gli slogan “Chi sa parli” e “Luce su 20 anni di appalti”.

Durante il corso del presidio notturno Alessandro Di Battista ha svolto tredirette tramite la sua pagina facebook, eventi seguiti rispettivamente in questo momento da 123.000, 88.000 e 47.000 cittadini.

L’evento è stato seguito anche dai canali social dei gruppi parlamentari del M5S con ulteriori diffusioni a decine migliaia di persone.

Nonostante l’orario, migliaia di persone sia reggiani come da tutta Italia sono stati informati ed hanno condiviso l’evento, sui sociali network.

Diversi giovani, in città per il sabato sera si sono avvicinati a parlare con i parlamentari dopo aver visto le dirette online.

Tra chi chiedeva  trasparenza nel silenzio della notte, anche Ave Fontana, 80 anni.  Alle 2 di notte è stato organizzato un flash mob e con altre candele è stata formata la scrittà “Verità” al centro di piazza Prampolini, immagine ripresa dalla webcam del Comune di Reggio Emilia.

“Qui la ‘ndrangheta si è istituzionalizzata grazie alla politica connivente e distratta. Staremo tutta la notte in piazza – ha scritto Di Battista all’ 1.55 di notte-  dovete sapere che la moglie dell’attuale sindaco del PD Vecchi ha acquistato una casa da un arrestato per ‘ndrangheta. La moglie del sindaco all’epoca dell’acquisto era dirigente all’urbanistica del comune di Reggio nominata dall’attuale Ministro dei trasporti Delrio. Oggi la signora è dirigente al comune di Modena e Delrio è fedelissimo di Renzi. Questi non si accorgono di nulla. Hanno le cosche in casa ma nulla. Non le vedono. Vogliamo Delrio in antimafia. Vogliamo verità!”.

Per poi aggiungere alle 3.55 “Messaggio delle 3.53: “può esistere la politica senza la mafia ma difficilmente esisterebbe la mafia senza la politica corrotta“. Occorre “fare luce” su decine di appalti in Emilia-Romagna. Per questo stiamo passando la notte davanti al comune di Reggio. E vogliamo fare alcune domande a Delrio in commissione antimafia”  ha concluso il pentastellato Di Battista.

“Vogliamo ringraziare i tanti reggiani che per ben undici ore di fila al freddo tra piazza Casotti e piazza Prampolini dalle 18 alle 5 di mattina sono stati con noi. Nonostante San Remo, Juve-Napoli, ed il sabato sera c’è chi è rimasto per undici ore di fila anche solo per qualche decina di minuti con noi nel pieno della notte per portare anche lui il suo piccolo granellino di sabbia per chiedere di far luce su una situazione non più sopportabile” spiega la parlamentare M5S Maria Edera Spadoni.

“Ndrangheta e camorra non sono proliferate da sole nelle nostre terre, hanno trovato politici nella migliore delle ipotesi distratti e nella peggiore collusi e troppe volte folli esecutori di piani di cementificazione abnormi che hanno favorito le mafie – conclude la Spadoni – hanno imprenditori reggiani che hanno voluto stringere patti con le mafie e troppi cittadini che pensavano che tanto il problema non ci riguardasse da vicino. Occorre ricostruire il tessuto sociale e per farlo serve trasparenza totale e fare fino in fondo i conti con 20 anni della storia di Reggio“.

3101_10155047093517524_44513275619356916_n IMG_4014 IMG_4013 IMG_4012 IMG_4011 12743737_10153966708882317_409014221350796067_n 12733427_10155046853712524_55464055496354124_n 12729387_10153966708802317_5316555425607735915_n 12729300_10153967036462317_7478107168799232955_n 12717746_10153966931482317_1030289678764103797_n 12715512_10155046839222524_4570521777495301757_n 12688277_10153966931577317_6137447167770884771_n 10386857_10153966708917317_7689841790671057642_n

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *