Giornalista sotto scorta,la mafia minaccia anche a Reggio

Solidarietà al giornalista Giovanni Tizian, costretto alla scorta per le sue inchieste di mafia in Emilia. Come a Genova, dove le accuse della Casa della Legalità e della Cultura hanno costretto alla scorta il presidente Christian Abbondanza, si raccolgono i frutti della sottovalutazione del problema. La mafia è ben oltre le infiltrazioni, colpisce e minaccia perché ha il controllo economico del territori. Alcuni passi dell’intervento di Tizian del 4 novembre scorso:”A Coviolo hanno costruito aziende legate ai Grande Aracri”.