IDV regionale,aperta inchiesta su fondi pubblici

Un esposto alla Procura della Repubblica di Bologna per una gestione anomala di fondi pubblici, un’inchiesta aperta. La questione interessa Paolo Nanni, ex consigliere regionale dell’Italia dei Valori, e il braccio destro di Di Pietro, Silvana Mura, dopo le circostanziate segnalazioni dell’ex tesoriere del Partito bolognese Domenico Morace. Questi ultimi due querelano, ma è interessante informarsi sui dettagli della vicenda, che riguarda una cifra di 450.000 euro

Schizo IDV: contro le Province, ma si lamenta del taglio dei consiglieri

No al Governo Monti, anzi sì al Governo Monti. Aboliamo le Province, raccogliamo anche le firme, ANZI NO, piangiamo il taglio dei consiglieri provinciali e ci presentiamo alle elezioni provinciali. Il Partito di Pietro, spaesato in un mondo senza Berlusconi premier, dà i numeri a Roma e a Reggio. Con chicche imperdibili anche in Regione.

Spese di lusso fuorisede a Roma: scontro nell’IDV regionale

Nel giugno del 2011 il gruppo regionale dell’IDV ha fatto una missione a Roma piuttosto costosa: una cena al pregiato ristorante “L’Antica Pesa” per 389 euro e un alloggio presso l’International Palace per 555 euro. Uno scontro all’arma bianca quello tra i consiglieri regionali IDV Liana Barbati e IDV semiespulso Matteo Riva. Un articolo del Resto del Carlino di oggi fa emergere la diversità di vedute: per Riva sono spese ingiustificate da Corte dei Conti, per la Barbati si tratta di un ristorante economico e, poi, non potevano dormire sotto un ponte e sono andati in un albergo convenzionato. Una succosa vicenda tutta da gustare.

Spese di lusso fuorisede a Roma: scontro nell'IDV regionale

Nel giugno del 2011 il gruppo regionale dell’IDV ha fatto una missione a Roma piuttosto costosa: una cena al pregiato ristorante “L’Antica Pesa” per 389 euro e un alloggio presso l’International Palace per 555 euro. Uno scontro all’arma bianca quello tra i consiglieri regionali IDV Liana Barbati e IDV semiespulso Matteo Riva. Un articolo del Resto del Carlino di oggi fa emergere la diversità di vedute: per Riva sono spese ingiustificate da Corte dei Conti, per la Barbati si tratta di un ristorante economico e, poi, non potevano dormire sotto un ponte e sono andati in un albergo convenzionato. Una succosa vicenda tutta da gustare.

Acqua, anche Lega e Riva (IDV) a sostegno dello scorporo, Delrio solo con 4 gatti

Anche la Lega Nord reggiana trae le logiche conclusioni: l’acqua va scoporata da IREN. Intanto il consigliere comunale e regionale dell’IDV, Matteo Riva, dà il suo sostegno allo scoporo e ad un eventuale referendum per la raccolta firme. Si defila in tal modo dal suo Partito che ha dato il sostegno a Delrio. Il sindaco è rimasto quasi solo, assordante il silenzio del Partito vendoliano di SEL.

No all’acqua pubblica: IDV appoggia Delrio

La consigliera regionale dell’Italia dei Valori, nonchè plenipotenziaria reggiana del Partito toninico, conferma il no all’acqua pubblica. Inventatasi una richiesta di dimissioni nei confronti degli Amministratori di IREN ed HERA, tutti nominati da Sindaci e Assessori dell’Italia dei Valori, definisce “populista” lo scorporo da IREN. La Barbati si allinea perfettamente alla strategia elaborata dagli spin doctor del PD, confermando che anche l’IDV di Reggio tradirà il referendum.

No all'acqua pubblica: IDV appoggia Delrio

La consigliera regionale dell’Italia dei Valori, nonchè plenipotenziaria reggiana del Partito toninico, conferma il no all’acqua pubblica. Inventatasi una richiesta di dimissioni nei confronti degli Amministratori di IREN ed HERA, tutti nominati da Sindaci e Assessori dell’Italia dei Valori, definisce “populista” lo scorporo da IREN. La Barbati si allinea perfettamente alla strategia elaborata dagli spin doctor del PD, confermando che anche l’IDV di Reggio tradirà il referendum.

1 2 3