Pizzarotti si taglia lo stipendio, a Reggio nuove tasse

Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti si è tagliato lo stipendio, e ha pubblicato sul web la sua busta paga e la lettera di rinuncia al 10% del compenso. Pochi chilometri e a Reggio sono state respinte tutte le richieste di sobrietà che i cittadini hanno avanzato al sindachetto di Reggio Emilia e alla sua Giunta. Intanto procede la riscossione dell’assurda tassa-canone sui passi carrai.

Abolizione province, PD-PDL e Lega si oppongono in casa

In Consiglio Provinciale PD-PDL-Lega hanno votato per mantenere le Province. Non che il loro voto conti più di tanto, ma l’impressione che si ha in Comune è che, tolti i pasdaran delle Lega, i colleghi comunali non siano proprio così d’accordo. Per questo Reggio 5 Stelle ha presentato una proposta per impostare una discussione seria sull’argomento, non ammessa a discussione. Ripresentata come mozione, ha raccolto le 8 firme per la trattazione d’urgenza.

Mozione popolare cestinata: arroganza da vomito

La mozione popolare “Meno Assessori più asili”, firmata da più di 1000 cittadini, doveva essere ammessa a discussione in Consiglio Comunale. A confermarlo un proposta di delibera della Lega che viene definita dalla Presidente Caselli “identica”,ammessa in Consiglio Comunale, prospettando una farsa istituzionale gravissima. La Presidente Caselli fa solo gli interessi del manovratore Delrio e del suo Partito. Si va verso segnalazione al Prefetto.

Si nascondono dietro un dito

Costi della casta: per nascondere i 10 assessori la Giunta lanciata nel gioco delle 3 carte.Maldestro tentativo della De Sciscio e di Del Bue di nascondere, dietro al taglio autoproposto dai consiglieri comunali, la vera abnormità: la Giunta di 11 Assessori, ora 10, con Direttore Generale e Capi Area. Un giochino infantile che dà bene l’idea della totale astrazione dalla realtà drammatica del Comune e del Paese.