Strisce blu in periferia, perchè non sono stati coinvolti i cittadini?

Cittadini sul piede di guerra per l’estensione delle strisce blu in periferia, con 92 strade coinvolte. Già prevista nel Piano Urbano della Mobilità del 2008, l’iniziativa non è stata comunicata ai residenti se non nella circoscrizione sud, per i parcheggi previsti in via Passo Buole e traverse. Come mai non è stata coinvolta tutta la cittadinanza interessata da questo nuovo piano sosta? Lo chiederemo all’Assessore Gandolfi con un’interpellanza.

Quando le bugie hanno le gambe corte: Rivaltella ancora pericolosa, lo dice il Comune!

Dopo essere stata chiusa al traffico, secondo il Comune via della Rivaltella rimane ancora pericolosa! E’ l’incredibile conferma, contenuta in una nuova ordinanza del Comune, al fatto che la chiusura non incideva sensibilmente sulla pericolosità della strada, comunque percorsa da pesanti mezzi agricoli. Con la nuova ordinanza viene imposto il limite dei 30 km orari, trasformando la strada in “Zona 30”, esattamente come proponeva Reggio 5 Stelle 6 mesi fa. 6 mesi per avere ragione di una vicenda che ha dell’incredibile.

Volete chiudere la vostra strada? Chiedetelo! Ora si può.

Tutti i cittadini che gradiscono farsi chiudere la strada di casa, specie se privata ad uso pubblico, ora hanno una grande speranza. Almeno sulla carta. Nella imbarazzatissima risposta dell’Assessore Gandolfi e di alcuni esponenti della maggioranza sul caso di via della Rivaltella, strada chiusa nonostante in pochi ne vedessero la necessità, emerge chiara una nuova moda lanciata dalla Giunta: se siete proprietari di una strada privata ad uso pubblico, chiedete e vi sarà concessa la chiusura, con tanto di cartelli di “strada senza uscita” nonostante la strada sia accessibile da ambo i lati e, soprattutto, in barba al Piano Urbano della Mobilità. Cioè in barba al documento ufficiale che regola le questioni di viabilità e mobilità a Reggio Emilia. Chiedete dunque: tentar non nuoce.

Stazione TAV: altri 9 milioni. Finitela!

La follia finanziaria della Stazione TAV di Mancasale non si ferma. Dopo l’aggiudicazione per 79 milioni di euro alla Ditta Cimolai, altri 9 milioni di euro sono stati messi sul piatto per chiudere una stazione altrimenti esposta alle intemperie e per griffare i tralicci della corrente. L’assessore Paolo Gandolfi è andato a Bologna a discutere al tavolo con l’AD di FS Moretti e cosa ha portato a casa? L’ennesimo scempio di denaro pubblico e nulla per i pendolari. Era meglio che stava a casa.

La porcata di via Della Rivaltella

L’Assessore Gandolfi risponde e conferma tutto: cartelli comunque errati, una pista ciclopedonale con ostacoli alle bici, un Comune latitante su diritti e doveri di manutenzione, privacy calpestata con telecamere su strada pubblica senza rispetto della normativa: nemmeno la propaganda dei Ceasescu della Giunta può coprire tanto. Il Comune di Albinea pienamente complice.

Nuova rotatoria dell’acquedotto:funzionerà?

La rotatoria dell’Acquedotto, quella che innesta via Gorizia con l’asse via Inghilterra via Chopin, subirà un intervento di 650.000 euro per creare due nuove minirotatorie e rivoluzionare completamente la viabilità. Dubbi sull’utilità dell’opera, non tanto per la “fluidificazione” del traffico, quanto perchè richiamerà il traffico dal futuro Parco Ottavi, con migliaia di auto in più, e questo potrebbe vanificare tutti gli sforzi. Cosa ne pensate?

Nuova rotatoria dell'acquedotto:funzionerà?

La rotatoria dell’Acquedotto, quella che innesta via Gorizia con l’asse via Inghilterra via Chopin, subirà un intervento di 650.000 euro per creare due nuove minirotatorie e rivoluzionare completamente la viabilità. Dubbi sull’utilità dell’opera, non tanto per la “fluidificazione” del traffico, quanto perchè richiamerà il traffico dal futuro Parco Ottavi, con migliaia di auto in più, e questo potrebbe vanificare tutti gli sforzi. Cosa ne pensate?