Sul Mirabello Del Bue ha idee confuse (ne ha?): il VIDEO

delbove

Il video dell’interpellanza presentata il 14 settembre 2009 in Sala del Tricolore sulle nostre idee riguardo allo Stadio Mirabello.

Rassegna stampa (1)

Nell’interpellanza sul futuro del Mirabello, che  ha visto protagonista l’Assessore Del Bue, non è stata data una chiara risposta a nessuna delle nostre domande e proposte che prendevano spunto da idee partite durante la scorsa legislatura.

L’unica conferma  è che le società sportive interessate ad un Mirabello fruibile tutto l’anno sono davvero tante, più di quelle che ci risultavano. Il che conferma l’attenzione positiva sulla struttura del Mirabello che, come da noi caldeggiato con l’interpellanza, potrebbe essere fruibile tutto l’anno da piu’ discipline e società attraverso la trasformazione del suo terreno in campo sintetico.

Del Bue ha detto che tra le possibilità di mantenere tale la struttura, anche con campo in sintetico, ci sarebbe quella di renderla un teatro per eventi estivi, che manca a Reggio. Motivo di interesse in più, verrebbe da dire per avviare questo progetto senza esitazione.

Ma i dubbi di Del Bue se ristrutturare o vendere il Mirabello per fare altro sono ancora tutti lì.

Noi non abbiamo dubbi, la struttura del Mirabello va rilanciata con il sintetico e ridimensionata la tribuna.

Realizzare un “ parco con parcheggio sotterraneo” (una delle ipotesi dichiarate da Del Bue in aula per aprire una discussione) come ipotizzato dall’assessore sarebbe inutile e costoso.

Inoltre vi sono già parcheggi (non sempre pieni) nelle vicine viale Olimpia ed alla ex Polveriera.

Riguardo alla parziale demolizione  della tribuna, l’assessore Del Bue  ha affermato che non capisce come si possa fare, e con una battuta ha dichiarato: “spostarla temporaneamente sulla via Emilia per poi rimontarla ?”. Andrebbe ricordato all’assessore la presenza di palestre al piano inferiore della tribuna che sarebbero salvaguardate solo con la  parziale demolizione della tribuna e non con la trasformazione/demolizione totale  e la vendita dell’area del Mirabello. Ricordiamo poi la  posizione strategica di tale struttura sportiva, vicina alla piscina di Via Melato e alla futura “nuova Polveriera”.

Qui si potrebbe creare  un polo dello Sport e del tempo libero, ma Del Bue afferma pero “che si stanno costruendo nuove piscine a Reggio come quella dell’Acquatico e che tutto è in discussione”.

Conveniamo con l’assessore che ci vuole un Piano complessivo delle strutture per ogni disciplina, ma amministrare significa appunto anche scegliere. Tra le scelte noi indichiamo quella di insistere su un’area difficile e vicina al centro storico come quella del Mirabello-via Melato, per riqualificarla con sport di base e piu’ discipline e piu’ attività sociali. Attività che sono cosa ben diversa dalle migliaia di spettatori  che una volta ogni quindici giorni si riversavano allo stadio con annessi problemi di ordine pubblico e domeniche blindate per i residenti.

Del Bue avanza dubbi sul terreno in sintetico, adducendo che non si risparmia acqua rispetto al campo in erba: attendiamo documenti che provino tale analisi.

Matteo Olivieri
Consigliere Comunale
Lista Civica Reggio a 5 Stelle /Beppegrillo.it

Comments:6

  1. Posso pensare che , se si vende il Mirabello, assisteremo all’ennesimo “bell’intervento edilizio” ( Centro Commerciale, uffici, appartamenti)?
    Questa sì che sarebbe un’occasione ghiotta per il partito del cemento.
    Sento già i motori delle betoniere che si scaldano.

  2. Un parcheggio sotteraneo ??? Un inutile parcheggio sotterraneo!!! Visto che quelo della stazione è vuoto, come non sempre pieno è quello della polveriera o quello vicino di viale Olimpia….

  3. per la verità adesso quello della stazione comincia a riempirsi, c’è la mezz’ora gratis che permette comodamente di andare sopra e tornare giù

  4. Quell’area è dei cittadini e deve restare ai cittadini, nuova piscina comunale vista la grave carenza e area feste spettacoli. All’acquatico da settembre a giugno ci nuoti Del Bue.

    Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *