/ settembre 24, 2012/ Economia: Investimenti Sicuri, Il Comune dei cittadini, Trasparenza/ 1 comments

Le richieste che il MoVimento 5 Stelle avanza nella città di Parma, chiedendo le dimissioni del DG Viero e del vicepresidente Villani da IREN, trovano solida conferma sulla sponda reggiana, dove proposte del nostro MoVimento sono state approvate massicciamente anche dal PD.

Si comincia con un ordine del giorno approvato il 31 marzo 2010, che richiama “una condotta morale e giudiziaria impeccabile, in riferimento a reati o gravi infrazioni contro la Pubblica Amministrazione”,prevedendo le dimissioni come soluzione allorchè “ si verifichi la sussistenza o il semplice sopravvenire di giudizi di condanna dei Tribunali competenti in merito a reati o gravi infrazioni contro la Pubblica Amministrazione”. E questo è il caso di Viero dopo le note vicende, e relative condanne, da parte della Corte dei Conti. Il PD votò favorevole in blocco con una sola astensione.

Per Villani, in un’apposita mozione approvata all’unanimità dal PD, si chiede di scegliere tra la poltrona di consigliere regionale e quella di vicepresidente IREN: siamo nel gennaio 2011, e quella volta solo Vignali e il PDL si levarono a difenderlo. Oggi che non rappresenta più il suo socio di riferimento, cosa ci sta a fare? La scelta a cui Villani è stato invitato dal Consiglio Comunale di Reggio è quindi oggi obbligata: dimettersi da vicepresidente IREN.

In tutto questo siamo frizzanti di curiosità: cosa voterà il PD di Parma allorchè dovessero esprimersi sulle dimissioni di Viero? I paladini del nuovo corso Dall’Olio e Iotti terranno alta la bandiera, o seguiranno l’irresistibile richiamo della foresta, fatto degli interessi conclamati del loro Partito? Sconfesseranno i colleghi pidini di Reggio? A giudicare dal silenzio di questi giorni sulla nuova condanna di Viero alla Corte dei Conti la risposta sembra scontata. Si spera siano in tanti a porger loro questa domanda.

Di seguito tutti i riferimenti, i verbali e le votazioni che attestano le decisioni del CC di Reggio.

1 Comment

  1. Fiato sul collo. Qui, o si cambia la classe dirigente o si solleva il popolo reggiano (ambizioso, vero?:-) Diffondete, please.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*