Solare termico: Delrio, partecipa a quel bando!

Partecipate a quel bando! Interrogazione su fondi per il solare termico. Presentata da più di due settimane una interrogazione per chiedere all’Amministrazione di partecipare ad un bando del Ministero dell’Ambiente per il solare termico sugli edifici comunali: energie rinnovabili che non risentono del Decreto Romani. Vedremo se Delrio & C si faranno sfuggire anche questa occasione. Ancora nessuna risposta.

Dopo le dimissioni di Grasselli e dopo la grave incertezza sugli incentivi al fotovoltaico determinata dal Decreto Romani, nulla di nuovo da una Giunta sonnecchiante che nel suo Sindaco non sa nemmeno la differenza tra risparmio energetico ed energie rinnovabili.

Per dare una scossa al ritardo imbarazzante in cui è ormai caduta la nostra città su questo fronte, orientata a divenire il fanalino di coda della regione, abbiamo presentato su un vassoio d’argento un’interrogazione alla Giunta, segnalando un bando per il finanziamento di pannelli solari termici sugli edifici pubblici.

Il Ministero dell’Ambiente, con il progetto “Il Sole negli Enti Pubblici”, finanzia infatti al 50%, elevabili al 65% se confinanziato da una Energy Service Company, i pannelli dedicati al riscaldamento dell’acqua calda sanitaria negli edifici pubblici, una delle fonti di energia rinnovabile con i ritorno economico più rapido.

I contributi potrebbero essere richiesti, in base al Bando, anche dalla stessa Agac Infrastrutture, in base alle recenti modifiche allo Statuto, e bypassado ogni limite agli investimenti posto dal Patto di Stabilità.

Sono passate più di 2 settimane, e ancora nulla.

Segue testo dell’interrogazione

Lista Civica Reggio 5 Stelle beppegrillo.it

Reggio Emilia, 31/03/2011

Premesso che:

  1. produzione di acqua calda sanitaria presso edifici ad uso continuativo ed utenza stagionali:
  2. produzione di acqua calda sanitaria presso gli impianti sportivi;
  3. riscaldamento delle acque delle piscine;
  4. riscaldamento degli ambienti attraverso pannelli radianti a pavimento o a parete;
  5. produzione di calore a bassa temperatura per processi industriali o pseudo industriali (ad. es. lavanderie, impianti della filiera agro-alimentare, sistemi di lavaggio e sterilizzazione).

interpella il Sindaco per conoscere se

  • è intenzione di questa Giunta Comunale partecipare al bando sopra descritto per la realizzazione di impianti solari termici presso le strutture sportive cittadine comunali o per gli ambienti situati negli stabili di proprietà del Comune di Reggio Emilia (scuole, asili, uffici, ecc);
  • è intenzione partecipare la bando tramite accordo con Energy Service Company (ESCO), Che consente di aumentare del 65% la compartecipazione garantita dal bando, a fronte di una partecipazione finanziaria della ESCO;
  • sono stati prodotti atti o comunicazioni di attivazione dell’Amministrazione in tal senso;
  • la partecipazione della ESCO al finanziamento viene esclusa dai vincoli del Patto di Stabilità.
  • Non è opportuno prevedere questi interventi su alcune strutture in corso di adeguamento strutturale e ristrutturazione, come la sucola Pertini o la scuola Cà Bianca, o se l’iter già avanzato dei progetti costituisce ostacolo ad un successivo intervento;
  • l’attuale contratto di Gestione costituisce o meno un ostacolo all’applicazione di questi sistemi, che andrebbero a modificare definitivamente l’assetto energetico degli edifici

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *