Situazione Asilo Campi-Soncini: servono chiarimenti

Nelle scorse settimane abbiamo ricevuto alcune segnalazioni dai residenti della zona di via Veneri riguardo ad alcuni cambiamenti all’interno dell’asilo Campi-Soncini.

Cattura

L’asilo, che si trova all’interno del quartiere Santa Croce, è stato per anni gestito dalla Fondazione Campi Soncini. L’associazione aveva in proprietà sia l’asilo che il fabbicato antistante (l’edificio sulla sinistra della foto) all’interno del quale era situata la parte amministrativa dell’associazione. Le due strutture erano state comprate grazie ad un lascio dei Campi-Soncini con la richiesta che fossero usati per scopi educativi. A causa di alcune difficoltà economiche l’associazione ha dovuto cedere la gestione delle strutture (tuttora proprietà della fondazione e della parrocchia di Santa Croce) alla Dimora d’Abramo (Consorzio Oscar Romero).

In base a quanto ci hanno segnalato i residenti attualmente sembra che l’ex struttura amministrativa venga utilizzata come Centro temporaneo d’accoglienza per extracomunitari e non più per finalità educative.

Pertanto ho presentato una interrogazione al Sindaco Luca Vecchi e all’assessora per l’educazione Raffaella Curioni per sapere innanzi tutto se il comune ha dei progetti da attuare  sull’asilo di cui non siamo a conoscenza, poi se l’ex palazzina viene a tutti gli effetti utilizzata a questo scopo e se si per quanto tempo è previsto questo utilizzo, ed infine se è stata valutata un’idoneità sanitaria nell’adibire una struttura adiacente ad un asilo a centro di accoglienza temporaneo, con tutti i rischi di eventuali trasmissioni di malattie infettive.

Tutto questo ce lo chiediamo soprattutto perché troviamo illogico non tanto la realizzazione di un Centro temporaneo d’accoglienza, quanto il realizzarlo accanto ad un’area sensibile per la cittadinanza come può essere un’asilo infantile, per di più in un quartiere come Santa Croce che è per anni è stato fatto diventare una sorta di “ghetto” senza una reale politica di integrazione.

Attendiamo speranzosi in risposte celeri e chiare da parte dell’amministrazione.

Ivan Cantamessi – Consigliere M5S Reggio Emilia

One comment

  1. spero che presto le domande formulate nell’interrogazione trovino una risposta chiara, esaustiva e credibile da parte dell’Amministrazione Comunale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.