“Salite a controllare, sono tutti evasori”

Sabato 17 aprile 2010. Trenitalia ordina ai suoi controllori di salire sui treni in partenza da Parma per svolgere attenti controlli, perchè ci sono i manifestanti di Rifiuti Zero e contro gli inceneritori. “Salite a controllare, sono tutti evasori”, questo quanto ci ha rivelato il personale viaggiante di Trenitalia, che ci ha raccontato tutto, quasi fosse una liberazione…..


Sabato 17 aprile 2010. Trenitalia ordina ai suoi controllori di salire sui treni in partenza da Parma per svolgere attenti controlli, perchè ci sono i manifestanti di Rifiuti Zero e contro gli inceneritori. “Salite a controllare, sono tutti evasori”, questo quanto ci ha rivelato il personale viaggiante di Trenitalia, che ci ha raccontato tutto, quasi fosse una liberazione…..

Centinaia di persone provenienti da tutta l’Emilia Romagna e da altre Regioni si è riversata sabato pomeriggio sui regionali Trenitalia per tornare a casa. Non riveliamo il Regionale sul quale siamo saliti, per riservatezza, ma quanto abbiamo scoperto ha dell’incredibile.

Dopo appena 5 minuti un controllore aveva già percorso 3 carrozze, ed arriva da noi, manifestanti all’evento nazionale per Rifiuti Zero e contro gli inceneritori che si è tenuto a Parma sabato 17 aprile 2010.

Verificato che tutti, reggiani, ravennati,bolognesi, sikh e indiani d’America, avevamo il biglietto, allo sfoggio del mio abbonamento annuale il controllore scoppia e confessa: “Mi hanno detto di salire, sali! che sono tutti evasori! Ma su questo treno voi manifestanti cel’avete tutti il biglietto”.

Neanche a dirlo, il treno era sporco come i piedi scalzi di un pellegrino, con alcune carrozze chiuse, e si prendeva da quello scandaloso 4° binario della stazione di Parma, dove ci sono ristrutturazioni in corso e disagi a non finire.

In un Paese normale avrebbero fatto salire qualcuno a pulire, invece gli arguti soloni di Trenitalia avevano fiutato gli evasori. Intanto, nel più assoluto silenzio, treni tedeschi puliti e sempre in orario stanno circolando sulle nostre linee.

Amici tedeschi, invadeteci!!

Comments:3

  1. Qualcuno pensava di far cassa 😀
    Anni fa in una puntata delle Iene avevano fatto un test sulla pulizia dei poggiatesta delle poltroncine dei treni, comparandolo alla tazza dei gabinetti dello stesso treno. Indovinate su cosa erano presenti meno batteri?

  2. Squallido episodio. Non so per chi avessero preso i partecipanti alla manifestazione: io non ero presente ma se il resto degli italiani avesse il loro senso civico e la loro educazione, il ns. sarebbe un paese migliore.
    Se proprio le FS vogliono scovare dei “portoghesi”, perchè non fanno controlli sui treni affollati dagli ultras, che oltre a mettere a ferro e fuoco le città, distruggono spesso e volentieri le carrozze?
    Un altro consiglio per fare cassa ma a suon di decine di migliaia di euro per volta: l’Eurostar Salerno- Reggio Calabria. Qui siccome quasi nessuno pagava il biglietto, i controllori ( me lo raccontò uno di loro) per qualche giorno si diedero da fare, insieme ad agenti della PolFer ma poi furono minacciati di essere scaraventati giù dai vagoni insieme agli agenti. Così i controlli finirono e lo Stato brillò, una volta di più, per la sua assenza…

  3. Che patetici. Sono testimone ed ero presente , abbiamo (ancora non sapevamo niente) esibito i biglietti che avevamo pagato, sia all’andata che al ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *