Rodotà Presidente della Repubblica: per la Costituzione, diritti e cambiamento: parlamentari Pd ribellatevi all’abbraccio mortale con Berlusconi!

Il Partito Democratico può dimostrare nei fatti la sua volontà nel cambiamento e non nell’inciucio con Berlusconi.
Il Movimento 5 Stelle voterà Stefano Rodotà Presidente della Repubblica.Lo voterà per festeggiare il prossimo 25 aprile all’insegna del cambiamento, della Costituzione, dei Beni Comuni, del diritto alla Rete, di una volontà di rinnovamento con al centro il Parlamento e i cittadini.

Il Partito Democratico può dimostrare nei fatti la sua volontà nel cambiamento e non nell’inciucio con Berlusconi.
Il Movimento 5 Stelle voterà Stefano Rodotà Presidente della Repubblica.
Lo voterà per festeggiare il prossimo 25 aprile all’insegna del cambiamento,

della Costituzione, dei Beni Comuni, del diritto alla Rete,  di una volontà di rinnovamento con al centro il Parlamento e

i cittadini.
Nomi come Marini, Mattarella, Amato, D’Alema frutto dell’inciucio Pd-Pdl-Monti non sono certo quello che chiedono i cittadini italiani.
Quali obiezioni hanno i parlamentari reggiani del Partito Democratico contro Stefano Rodotà ?
Parlamentari che volete il cambiamento, disobbedite all’inciucio con Berlusconi e votate Rodotà!
Maria Mussini, cittadina portavoce al Senato M5S
Maria Edera  Spadoni, cittadina portavoce alla Camera M5S

Comments:21

  1. Era ora che si alzasse una voce fuori dal coro, basta con gli inciuci e gli accordi di sottobancoè ora di fare le cose alla luce del sole prendendosi le proprie responsabilità.
    Rodota va benissimo per lo spessore culturale e la moralità infinita.

  2. BERSANI dopo aver detto NO al governissimo e SI al cambiamento avrebbe ora l’occasione di fare la cosa giusta appoggiando Rodotà e non la fa, NON LA FA???? Dovrebbe dire: Oh ragazzi…ma sono pazzo?

  3. Per giorni sono stato critico con il movimento, ho perfino passato un’intera domenica mattina a scrivere a più di 150 parlamentari 5stelle per questo, perchè auspicavo ciò che finalmente è avvenuto, cioè che venissero fatti dei nomi di candidati e che ci si mostrasse disponibili a convergenze su personalità di alto profilo al di fuori dei partiti. Il video di Beppe mi ha finalmente reso soddisfatto del mio voto al movimento. Ora la palla è nelle mani del PD e il movimento ha segnato un tiro da 3 (basket). I nomi Rodotà e Zagrebelsky sono quelli che vado caldeggiando da tempo, mi dispiace che non sia comparso anche quello di Settis. Ora se il PD riuscirà a non schifare gli italiani si profila pure un governo di ottimo livello, ne sono convinto

  4. E uno dell’età di Rodotà lo chiamate “CAMBIAMENTO”? Possibile che in Italia tra i 45 e i 60 anni non ci sia un giusto degno di rappresentarci?
    Per favore, raccomandate a Grillo di non fare la stessa fine di Segni. Aveva l’Italia ai suoi piedi ma si è ghettizzao coi referendum ed è sparito dalla circolazione. Il WEB, il BLOG sono cose meravigliose, utili, pratiche e di grande consultazione ma non sono l’unico mezzo per raggiungere gli italiani. Un bravo allenatore vince i campionati adattando le formazioni in base alle necessità passando dal 4 4 2 al 3 5 2 ecc. ecc. Non sciupi tutti questi voti facendo la fine di quel vecchietto che avendo preso la “pillola azzurra” dopo, a risultato ottenuto, non sapeva cosa vare.

  5. Caro Gianni se mi posso permettere ti dico che per la carica di Presidente della Repubblica l’età non è un requisito essenziale (a parte che Rodotà è più giovane di molti più giovani di lui) ricordo che anche Pertini era poco più giovane di lui quando fu nominato e anche Napolitano 8checchè se ne pensi). Io avrei preferito Zagrebelsky ma Rodotà è un uomo che terrà sicuramente alto il nome di questo paese

  6. lasperanza di un cambiamento la riponevo in Milena gabanella
    ma puo anche andare bene rodota per evitare al tragedia dell’inciciuo.Questo bersani pensa solo a diventatare presidente del consiglio solo per un giorno.

  7. Adesso sembra che in cambio di un appoggio PD a Rodotà ci sia il via libera a “qualsiasi” governo… bastava dirlo prima che si era al mercato delle vacche (come al solito) ed avremmo risparmiato un mese di tempo!

  8. Mi sembra di assistere all’ isola dei famosi quello che stiamo assistendo è una cosa vergognosa all’ estero sicuramente ci prenderanno per il culo e in italia il popoli dei lavoratori è sempre più in difficoltà e non si vede nessun spiraglio è imbarazzante vedere il personalismo dei politici tutti contro tutti
    A CASA TUTTI SENZA STIPENDIO

  9. DA DOMANI ALLE 13.00 E TUTTI I GIORNI A SEGUIRE, OGNUNO DI NOI, NEL POSTO DOVE SI TROVA, INIZI A FARE RUMORE BATTENDO: PENTOLE, BIDONI CLAKSON, TROMBE E QUALSIASI COSA FACCIA RUMORE, CREANDO UN FRASTUONO UDIBILE IN TUTTA ITALIA… FINO ALLA LORO RESA. COSI’ DOBBIAMO FARE

  10. Il PD / DS / PDS è da 15 anni un partito di inutili e falliti.

    Spero finalmente che tutti i pensionati se lo mettano in testa da ora in avanti che l’unico voto utile è al M5S

  11. Se si fosse veramente voluto Rodotà al Quirinale, la soluzione era a portata di mano: M5S avrebbe dovuto votare scheda bianca la terza e la quarta votazione.
    A quel punto, toltisi di mezzo Marini e Prodi per suicidio del PD, lo si poteva riproporre come candidato comune.

    Dopotutto Bersani, avendo preso sputi in faccia per 50 giorni da Crimi & Lombardi, essersi umiliato in diretta streaming, non poteva oggettivamente ruotare su se stesso di 180° convergendo su Rodotà senza motivo apparente…

    Il dubbio è che Grillo volesse che finisse così, da massimalista puro, rimandando al fatidico momento del 100% dei votanti la sospirata rivoluzione… in tal caso, mi spiace un poco per Rodotà (che si è prestato al gioco) e per chi nel M5S credeva davvero come motore del cambiamento.

    Ora avremo il contrario del governo del cambiamento proposto da Bersani: dalla padella alla brace.

  12. La mossa vincente sarebbe stata eleggere Prodi, spiazzare il pd obbligandolo a un accordo 5 stelle e tagliare fuori il pdl …certi treni passano solo una volta….

  13. Da alcuni commenti (letti non solo di questo sito) sembra che Grillo in persona abbia scelto il candidato presidente. Posso ricordare che ci sono state delle votazioni online e che Rodotà non era nemmeno la prima scelta?

  14. Proprio perchè Rodotà non era neppure il primo della lista delle preferenze espresse…

    (a proposito, nulla ancora si sa sul numero degli aventi diritto al voto, sui votanti e sui voti espressi alle Quirinarie on line… a trasparenza del sistema di democrazia diretta siamo ai tempi di Pericle e degli “ostracos”)

    proprio per questo non sarebbe dovuto diventare un baluardo inespugnabile, ma se lo si voleva davvero eleggere, cercare una condivisione facendogli fare uno o due giri a vuoto…

  15. Alessio, ma di cosa stai parlando? Se gli elettori hanno scelto Rodotà*, bisogna votare Rodotà, poi posso essere d’accordo con te sul fatto che ci siano problemi con la rete, ma quello è un altro discorso (ed è stato comunque un comportamento più partecipativo di altri). Tu stai parlando di tatticismi da vecchia politica.

    *Ovviamente non tengo conto di Gabanelli e Strada che hanno rifiutato.

  16. Intanto i tatticismi della vecchia, vecchissima politica hanno vinto, quelli degli altri, intendo.

    Quindi, vi che De Coubertin parlava di sport e non di politica, occorre togliersi i paraocchi e portare a casa qualche risultato. E pazienza se si perde la purezza dell’ideale.

    Vedremo, ai primi provvedimenti del prossimo governo (D’alema lo Skipper, Letta il Giovane o Renzi il Magnifico), se era meglio un Bersani sostenuto da M5S oppure quello che ci toccherà sopportare.

  17. Chiedo scusa. Sono usciti ora i dati delle Quirinarie.
    Affluenza non altissima (attorno al 60%).
    Rodotà circa 4800 voti.

    azz…

    ha preso più voti perfino Tabacci nelle Primarie PD

    ed abbiamo buttato l’occasione di un governo di cambiamento con Bersani per insistere su Rodotà?

    “…gli orizzonti perduti non ritornano mai…” (F. Battiato – La stagione dell’amore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *