Ritrovate anfore romane in via Filippo Re

Grazie ad alcune segnalazioni che ci sono arrivate tra ieri ed oggi, siamo venuti a conoscenza del ritrovamento di alcune anfore romane in via Filippo Re.
Durante l’esecuzione di alcuni scavi per la posa tubazioni per il teleriscaldamento, davanti all’istituto Scaruffi in via Filippo Re gli operatori di IREN hanno rinvenuto alcune anfore di epoca romanica, ad una quota di 2,5 metri di profondità.
Nel pomeriggio ho effettuato un sopralluogo per verificare la situazione: sul posto erano giù presenti alcuni tecnici della soprintendenza ai beni archeologici coadiuvati da Archeosistemi i quali hanno detto che le anfore verranno rimosse con le dovute cautele tra al giornata di oggi e di domani.

Le anfore rinvenute sono presumibilmente attribuibili ad una delle più importanti e pregiate fornaci di epoca romanica, la quale all’epoca si trovava dove ora sorge il museo Spallanzani.
Ragionando sul recente ritrovamento, è subito evidente come questa accidentate scoperta sia quantomeno vicina a due dei più grossi ed importanti cantieri di Reggio: le ex Poste e il parcheggio privato di Piazza della Vittoria, i quali distano circa 200 metri in linea d’aria.
Essendo via Filippo Re più bassa rispetto a piazza della Vittoria, la quota dei 2,50 metri a cui sono state ritrovate le anfore è presumibilmente la stessa a cui sono state trovate le tessere di mosaico durante i saggi per il futuro parcheggio.
Pertanto restiamo in attesa dei praticamente certi ritrovamenti che ci aspettano nei prossimi mesi, sperando che questi non siano stati rovinati irreparabilmente dal diaframma. Un danno che certamente farebbe muovere la Procura della Repubblica.

Ivan Cantamessi – MoVimento 5 Stelle

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.