Rifiuti in Campania, ed altri orrori dello Stato: sabato a Reggio Vincenzo Cenname

Come si scioglie un comune virtuoso in 8 giorni? A questa domanda risponderà l’ex Sindaco di Camigliano (CE) Vincenzo Cenname che si è visto commissariare il Comune per un motivo GRAVISSIMO … lo gestiva con trasparenza, faceva raccolta differenziata dei rifiuti al 70% (in un territorio dove sappiamo tutti quello che succede). Se volete saperne di più vi aspettiamo sabato 20 novembre, ore 11, all’Hotel Posta di piazza del Monte.

Come si scioglie un comune virtuoso in 8 giorni? A questa domanda risponderà l’ex Sindaco di Camigliano (CE) Vincenzo Cenname che si è visto commissariare il Comune  per un motivo GRAVISSIMO … lo gestiva con trasparenza, faceva raccolta differenziata dei rifiuti al 70% (in un territorio dove sappiamo tutti quello che succede). Se volete saperne di più vi aspettiamo sabato 20 novembre, ore 11, all’Hotel Posta di piazza del Monte.

Ci sarà un bel dibattito su questa vicenda e su quello che significa “Comune Virtuoso” aveva, insomma, attuato tutte quelle buone pratiche che rendono un amministrazione comunale vicina ai cittadini e non un colabrodo energetico ed economico. Ecco, nella nostra povera Italia, comportarsi onestamente non paga … per niente.
Cenname si è rifiutato di unire il suo Comune al consorzio provinciale (in odore di camorra) e lo stato lo ringrazia così.
Ci sarà Marco Boschini, Presidente dell’Associazione “Comuni Virtuosi” che interverrà al dibattito.
A noi, questo fatto in particolare è sembrato emblematico della dittatura (ahimè non più morbida, ma bella dura e al sapor di manganello) che ormai vige in Italia.

Scarica il volantino e diffondilo

Comments:1

  1. spero che in molti partecipino, perchè la cosa drammatica di tutta questa vicenda è che il problema rifiuti è sentito come un problema “campano” e chi pensa questo non sa di quanto è fuori strada.
    La strada verso rifiuti zero è l’unico modo per togliersi dalle scatole l’inquinamento e l’ecomafia. Che male non farebbe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *