Reggiani, avete chiesto il rimborso delle bollette dell’acqua? Diffondete!

Lo sapevate che se non siete stati serviti dalla depurazione avete pagato più del dovuto nella bolletta dell’acqua? E che per il periodo dal 15/10/2003 al 15/10/2008 potete chiedere il rimborso di quanto pagato e non dovuto? Lo stabilisce una sentenza della Corte Costituzionale, e IREN ha già messo a punto uno strumento per verificare se si ha diritto e per chiedere direttamente il rimborso. Di seguito le istruzioni su come fare.

Lo sapevate che se non siete stati serviti dalla depurazione  avete pagato più del dovuto nella bolletta dell’acqua? E che per il periodo dal 15/10/2003 al 15/10/2008 potete chiedere il rimborso di quanto pagato e non dovuto? Lo stabilisce una sentenza della Corte Costituzionale, e IREN ha già messo a punto uno strumento per verificare se si ha diritto e per chiedere direttamente il rimborso. Di seguito le istruzioni su come fare.

Andando a questo indirizzo del sito di IREN EMILIA potete trovare tutto quanto necessario. Fatelo come singoli o come condomini. Verificate che anche il vostro amministratore di condominio lo abbia fatto.

Se avete un contratto attivo, cioè vi arrivano le bollette, prima di tutto munitevi di una bolletta. Ciò che vi serve sono il Numero Cliente (reperibile sul frontespizio della fattura) ed il numero del Codice Contratto di fornitura (reperibile sul retro della fattura nel quadro di dettaglio importi).

A quel punto IREN offre un comodo strumento dove, inserendo i due codici, è possibile verificare se si ha diritto al rimborso:

Se invece avete un contratto cessato (avete dato la disdetta) dopo il 15/10/2003), essite un elenco degli immobili in cui la fognatura non era depurata. Qui trovate l’elenco di Reggio Emilia, qui quello di tutti gli altri Comuni della provincia. Il caso è di chi abitava in queste case e poi si è trasferito. Se verificate che il vostro indirizzo rientra negli elenchi potete chiedere il rimborso anche online, a questo indirizzo e nel modulo che vedete qui sotto:

Diffondete il più possibile questa pagina, è importante

Comments:2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *