Quando la coerenza è un’arte: il bilancio

Consiglio Comunale del 30 novembre 2009: si vota l’assestamento di Bilancio. Voto contro, non posso avallare i cartelli elettorali spacciati come pubblicità progresso sotto elezioni, le mille rotonde, i bunker di Santo Stefano, le elemosina al risparmio energetico, e una lunga lista.

bilancio

Consiglio Comunale del 30 novembre 2009: si vota l’assestamento di Bilancio.

Voto contro, non posso avallare i cartelli elettorali spacciati come pubblicità progresso sotto elezioni, le mille rotonde, i bunker di Santo Stefano, le elemosina al risparmio energetico, e una lunga lista che spiega l’opposizione politica.

Ma è soprattutto la coerenza che la fa da padrone. Davide Valeriani mi tira fuori dal cilindro, alcuni giorni fa, un saggio. Titolo: Lo spreco. Origini, rimedi e misure della spesa improduttiva nei Comuni.

Punto 1 : GLI ASSESSORATI COME MOLTIPLICATORI DELLA SPESA

Quando aumentano gli assessorati sono cavoli, perchè si rischia il protagonismo degli assessori, il moltiplicarsi dei centri di spesa, e tante altre cose.

Punto 1.3 Il rimedio secondo il “saggio”: dimezzare le Giunte.

L’attuale  Giunta Delrio conta 11 assessori, contro i 9 della precedente Giunta, sempre sindaco Delrio.

Ma udite udite chi è l’autore del saggio? Mauro Bonaretti, Direttore Generale del Comune di Reggio Emilia, oggi come ieri!!

La figura che sovraintende al suo corretto ed efficiente funzionamento!! La coerenza è un’arte. Quando ho letto in aula il saggio ridevano tutti, Giunta e Sindaco compresi.

p.s.: l’assestamento è stato minimo, attorno all’1% del bilancio totale rispetto alle precedenti previsioni, e questo va dato atto ai tecnici responsabili della contabilità.


Comments:5

  1. Fantastico!
    e in consiglio Davide ha letto i punti migliori regalandogli il resto da leggere prima di addormentarsi??

    Ora lo leggo anche io…come fonte d’ispirazione ;)…thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *