/ maggio 8, 2013/ News/ 2 comments

“Non è accettabile che la Procura di Reggio possa continuare a lavorare con un organico di soli 4 effettivi su 8 sostituti procuratori. Uno stesso studio del Ministero della Giustizia considera che il numero ideale di effettivi per la realtà reggiana è di nove”. Maria Edera Spadoni, portavoce alla Camera del Movimento 5 Stelle raccoglie l’ennesimo grido di allarme lanciato dal procuratore capo della Procura di Reggio Giorgio Grandinetti. Lo fa una interrogazione a risposta scritta che verrà depositata al Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri.
Nel documento  Maria Edera Spadoni spiega che “il carico di lavoro per i quattro sostituti procuratori reggiani è oramai insostenibile con turni praticamente raddoppiati”. “Questo avviene tra l’altro in una realtà dove il tema delle infiltrazioni della criminalità organizzata è all’ordine del giorno” spiega Spadoni. “Nel caso di assegnazione di magistrati di prima nomina da parte del Consiglio Superiore della Magistratura il personale non arriverebbe prima di sei mesi circa e questo non è sostenibile”. “Di questa emergenza si deve immediatamente fare carico il governo” conclude la parlamentare del Movimento 5 Stelle.

2 Comments

  1. ERA ORA che qualcuno lo denunciasse.

    E’ una vergogna che va avanti da anni e non si può più continuare così, con la ndrangheta che sta dilagando, e siamo ormai a un attentato incendiario ( opss.. volevo dire autocombustione) alla settimana.

    Delrio ora è al governo.
    Ne parlerà con la collega Cancellieri?

  2. ‘Non è accettabile che la Procura di Reggio possa continuare a lavorare con un organico di soli 4 effettivi su 8 sostituti procuratori. Uno stesso studio del Ministero della Giustizia considera che il numero ideale di effettivi per la realtà reggiana è di nove’. Maria Edera Spadoni, portavoce alla Camera del Movimento 5 Stelle, dopo il servizio di Tg Reggio, raccoglie l’ennesimo grido di allarme lanciato dal procuratore capo della Procura di Reggio Giorgio Grandinetti. Lo fa con una interrogazione a risposta scritta che verrà depositata al Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*