POTENZIAMENTO REGGIO-SCANDIANO, SARA’ LA VOLTA BUONA?

TRASPORTI: POTENZIAMENTO REGGIO-SCANDIANO: M5S, OTTO ANNI DI PROMESSE MANCATE, SARA’ LA VOLTA BUONA?
 
M5S: è dal 2009 che chiediamo di potenziare questa linea su ferro riattivando anche la fermata di Fogliano. Nel settembre 2009 Gandolfi lo promise ufficialmente in Sala del Tricolore dichiarando che “avrebbe considerato una sconfitta la mancata riapertura di Fogliano” –  Nuove interrogazioni in Regione e Comuni di Reggio Emilia e Scandiano per impegnare le amministrazioni.
REGGIO EMILIA 5 GENNAIO 2017 – Con buonsenso l’assessore alla mobilità di Reggio Mirko Tutino afferma che è necessario rafforzare il trasporto ferroviario locale tra Reggio Emilia e Scandiano (che passa anche dalla riapertura di una fermata a Fogliano oggi frazione dove risiedono migliaia di cittadini). Sarà la volta buona?. Con l’arrivo del 2017 sono oramai 8 anni,  otto, che il Movimento 5 Stelle pone questo tema.  Ad oggi abbiamo registrato solo false promesse da parte dell’amministrazione comunale di Reggio Emilia.  La prima volta che ne interessammo l’opinione pubblica fu il 23 gennaio 2009 quando con Matteo Olivieri e i componenti della nascente Lista Civica 5 Stelle-beppegrillo.it organizzammo un flash mob nella stazione abbandonata di Fogliano ( per sensibilizzare sul tema e per chiedere di provvedere alla riapertura di quella fermata nell’ottica del potenziamento logico della linea Reggio-Scandiano). In seguito una volta eletti in consiglio comunale presentammo una interpellanza all’allora assessore Gandolfi    a cui  fu data risposta in Sala del Tricolore il 7 settembre 2009 dove l’allora assessore Gandolfi oggi parlamentare Pd dichiarò : “il Comune di Reggio chiede a FER che tra gli interventi da finanziare in provincia di Reggio con quelle risorse accordate con un accordo diprogramma al nostro territorio, non accordate al Comune di Reggio ma accordate alla rete ferroviaria del territorio reggiano, ci sia anche il ripristino della stazione di Fogliano, per poterci permettere nell’arco di pochi anni di avere in funzione queste due stazioni anche se non dovessero arrivare servizi innovativi. Noi andiamo avanti con questo progetto, poi sarà ovviamente cura dare anche in altre occasioni sullo stato d’avanzamento” e concluse “che pensiamo avvenga per quest’autunno in cui definiremo con esattezza quali saranno questi investimenti e se all’interno di quest’ultimi non ci saranno le stazioni di Fogliano e di Cadè sarà, per quanto mi riguarda, una sconfitta, quindi le do un ulteriore punto d’attenzione per tenerci d’occhio nell’ottica delle interpellanze”. Sono passati otto anni, oggi c’è TPER e non è accaduto nulla di concreto per potenziare su ferro la linea Reggio Emilia-Scandiano-Sassuolo.
PROPOSTA BASE; PROGRAMMARE LE COINCIDENZE CON I TRENI PER BOLOGNA E MILANO/PARMA – Per poter incentivare il trasposto su ferro sulla linea Reggio- Scandiano è necessario per prima cosa programmare le coincidenze con i principali treni che dalla stazione centrale di Reggio collegano sull’asse ovest Parma-Milano su quello verso est Modena-Bologna.  Diversi cittadini pendolari della zona di Scandiano, ci hanno segnalato che questa mancanza  fa sì che molte pendolari che poi si muovono in treno verso Bologna o in direzione Milano, non  utilizzino il treno Reggio-Scandiano per muoversi da quello zone  verso Reggio e viceversa.
Per sensibilizzare e impegnare le amministrazioni regionali e comunali di Reggio Emilia e Scandiano presenteremo interpellanze nei Comuni di Reggio Emilia e Scandiano e presso la Regione Emilia-Romagna.
Gian Luca Sassi, capogruppo M5S  Regione Emilia-Romagna
Ivan Cantamessi, capogruppo M5S Comune di Reggio Emilia
Massimiliano Campani- Roberto Sansiveri, consiglieri M5S Comune di Scandiano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.