Pizzarotti si taglia lo stipendio, a Reggio nuove tasse

Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti si è tagliato lo stipendio, e ha pubblicato sul web la sua busta paga e la lettera di rinuncia al 10% del compenso. Pochi chilometri e a Reggio sono state respinte tutte le richieste di sobrietà che i cittadini hanno avanzato al sindachetto di Reggio Emilia e alla sua Giunta. Intanto procede la riscossione dell’assurda tassa-canone sui passi carrai.

Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti si è tagliato lo stipendio, e ha pubblicato sul web la sua busta paga e la lettera di rinuncia al 10% del compenso. Pochi chilometri e a Reggio sono state respinte tutte le richieste di sobrietà che i cittadini hanno avanzato a quello di Piazza Prampolini e alla sua Giunta. Intanto procede la riscossione dell’assurda tassa-canone sui passi carrai.

Ricordiamo quando proposte organiche di riduzione dei costi della politica, promosse da associazioni di cittadini, arrivarono in consiglio comunale e vennero prese a pesci in faccia dalla casta di Piazza Prampolini. Stesso discorso per le prese d’atto della normativa nazionale che il sindaco ex margheritino, da fiero rappresentante dell’Associazione dei Comuni, si è ben guardato dall’adottare.

Reggio 5 Stelle , sia sulla restituzione dei compensi, che sulla rinuncia degli stessi per finire con una spesa zero dei fondi consiliari, ha dato in vari modi il buon esempio alla casta

del PD, senza alcun esito.

Ci basta aver avuto rispetto dei cittadini: è molto più importante. I dinosauri si estingueranno.

 

 

 

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *