Occhio ai sondaggi: RIBELLIAMOCI

Il sondaggio riportato dai giornali di oggi non ha testato il vero nome della Lista, cioè Lista Civica Reggio 5 Stelle Beppegrillo.it, ma solo Reggio 5 Stelle. Per dire l’approssimazione, hanno sondato un altro candidato in alleanza con i Verdi, quando invece non esiste nessuna allenza al momento.

In giro ci sono diversi sondaggi pilotati, ecco una segnalazione (non sappiamo a quale sondaggio si riferisca) che ci viene da una nostra sostenitrice. Comunicateci anche voi ogni anomalia.

Ciao,io sono stata selezionata tra i vari partecipanti per il sondaggio e confermo quanto da voi riportato.

E cioe’, che e’ un sondaggio assolutamente fazioso,in quanto, mi venivano prospettate domande,solo su candidati di  partiti maggiori,Pd Pdl e lega.

Quando, ho fatto domande su altri candidati, dei quali mi era stato fatto un elenco di nomi; la telefonista mi ha risposto che non sapeva chi fossero e con quale partito si fossero candidati.

Mentre, stranamente insisteva molto, sul candidato della lega,facendomi domande a riguardo sempre molto specifiche.Oltre a domande su  un eventuale ballottaggio del Pd, e programma del candidato del PDL.

Che strana coincidenza…..:-)

Ultimo aggiornamento: attualmente il sondaggio che ci dà a quelle cifre misere non risulta essere pubblicato su http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/.

Ecco cosa dice la Legge n. 28 in vigore dal 23 febbraio 2000, “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica” (Art. 8):

1. Nei quindici giorni precedenti la data delle votazioni è vietato rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi sono stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto.

2. L’Autorità determina i criteri obbligatori in conformità dei quali devono essere realizzati i sondaggi di cui al comma 1.

3. I risultati dei sondaggi realizzati al di fuori del periodo di cui al comma 1 possono essere diffusi soltanto se accompagnati dalle seguenti indicazioni, delle quali è responsabile il soggetto che ha realizzato il sondaggio, e se contestualmente resi disponibili, nella loro integralità e con le medesime indicazioni, su apposito sito informatico, istituito e tenuto a cura del Dipartimento per l’informazione e l’editoria presso la Presidenza del Consiglio dei ministri:

a) soggetto che ha realizzato il sondaggio;

b) committente e acquirente;

c) criteri seguiti per la formazione del campione;

d) metodo di raccolta delle informazioni e di elaborazione dei dati;

e) numero delle persone interpellate e universo di riferimento;

f) domande rivolte;

g) percentuale delle persone che hanno risposto a ciascuna domanda;

h) data in cui è stato realizzato il sondaggio.

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *