Niente voucher per disoccupati da parte del comune

Come di consueto cerchiamo di relazionare un po’ su quanto si è discusso oggi 20 ottobre in consiglio comunale.

Innanzi tutto gli assessori competenti hanno relazionato relativamente a due nostre interpellanze, la prima relativa all’eventualità di una fusione tra società gestrici dei servizi idrici, gas e rifiuti quali IREN e A2A con l’intento di creare una multiutility del nord italia; la seconda relativa a quali siano i progetti dell’amministrazione pubblica reggiana sul palazzetto di via Guasco e i legami della stessa con la società sportiva “Pallacanestro reggiana”.

Alla prima ha risposto l’assessore Notari, riproponendo le notizie uscite sui giornali in cui si diceva che l’amministrazione si era espressa più volte in senso contrario sull’unione delle due multiutility.
Alla seconda ha risposto ha risposto l’assessore Pratissoli facendo intendere che il comune è propenso ad intraprendere la strada del Parternariato Pubblico Privato (o P.P.P.) per le opere di riqualificazione e ristrutturazione della struttura. In sostanza si darebbe in mano ai privati la ristrutturazione e la successiva gestione del palazzetto di via Guasco.

Successivamente il consiglio è stato coinvolto nella votazione della Zonizzazione Acustica Comunale, a cui come gruppo ci siamo astenuti dal voto non avendo avuto sufficiente tempo per poter approfondire le modifiche apportate. Sicuramente si sono notati degli interventi di tutela della aree scolastiche, ma nel contempo una particolare disposta alle richieste di zonizzazione acustica di numerosi privati.

Votata la zonizzazione acustica, si è passato alle mozioni, tra cui era presente la nostra legata ai “voucher solidali” in cui chiedevamo che l’amministrazione comunale, in collaborazione con la commissione anticrisi, si impegnasse per la realizzazione di un bando di gara per lavori emergenziali e piccoli lavori di manutenzione retribuiti a voucher. La mozione è stata bocciata da PD e Lista Magenta, i primi dicendo che l’amministrazione ha in progetto altre forme di sostentamento (forme che però continuano a mancare) e che questi lavori a voucher avrebbero portato via del lavoro già affidato a cooperative sociali e Iren; i secondi dicendo che sono necessarie forme più sostanziose di intervento.
Concordiamo che siano necessarie forme migliori di intervento e che i voucher non sono la soluzione a tutti i problemi economici, ma sicuramente era la possibilità di dare un po’ di respiro a chi non ne ha più.

Al termine del consiglio comunale  si è discussa l’ordine del giorno d’urgenza che abbiamo presentato come gruppo in merito a quanto accaduto sabato pomeriggio alla nostra portavoce alla camera Maria Edera Spadoni: durante l’agorà in piazza martiri del 7 luglio Maria Edera ha parlato del condannato per mafia Grande Aracri e di quanto accaduto nel comune di Brescello. Al termine dell’agorà 3 uomini hanno avvicinato Maria Edera intimandole di non nominare più Grande Aracri. Un’atteggiamento ampiamente intimidatorio e omertoso.
Come MoVimento abbiamo chiesto, oltre alla convocazione d’urgenza della commissione legalità, un maggiore controllo da parte dell’amministrazione sulle attività economiche svolte sul territorio reggiano per contrastare le infiltrazioni mafiose e promuovere iniziative sul territorio e nelle scuole, informando sulla pericolosità della mafia.
Con grande piacere l’intero consiglio comunale ha espresso solidarietà all’unanimità a Maria Edera e approvando le proposte.

Rinnoviamo la nostra vicinanza a Maria Edera sperando che chi l’ha minacciata venga individuato dalle forze dell’ordine e che atti intimidatori del genere non si ripetano più nella nostra città. La legalità andrà di moda.

Qui di seguito trovate il video riassuntivo fatto dopo il consiglio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.