Musei civici: PD e SEL bocciano la mozione popolare!

Lunedì pomeriggio è stata presentata in Consiglio Comunale la viagra order012/07/12/consegnate-504-firme-contro-i-funghi-di-rota/”>mozione popolare sul progetto di riqualificazione dei Civici Musei. Nello stesso tempo, veniva presentata una mozione analoga da parte di un gruppo trasversale di Consiglieri Comunali, tra cui Matteo Olivieri.

Le due mozioni avevano in comune le richieste di istituire un comitato scientifico, di avviare un percorso partecipato con la cittadinanza e di dare priorità al consolidamento strutturale e alle opere di natura funzionale.

Il primo passo per arrivare a realizzare tutto ciò i cittadini firmatari lo identificavano nella sospensione del progetto Rota in quanto tale, per potere immediatamente ripartire su basi diverse improntate al buon senso e alla ragionevolezza nello spendere il denaro che si è, nel frattempo, reso disponibile.

Nel corso della discussione sono emersi alcuni dati significativi:

  1. l’inopportunità del fatto che la Giunta abbia deliberato la riapprovazione del progetto (il 28 agosto scorso) PRIMA che si svolgesse questo importante pubblico dibattito, mettendo dunque tutti, cittadini e consiglieri, di fronte a un fatto compiuto;
  2. le contraddizioni nelle motivazioni addotte dalla maggioranza, che contemporaneamente sottolineava il pregio delle soluzioni più oniriche e innovative del progetto Rota e ne prendeva le distanze, dichiarando che in questa consigliatura non ci sarebbero stati nè i tempi nè la disponibilità economica per realizzarle;
  3. il sostegno alle ragioni dei cittadini, non solo dell’opposizione, in parte comunque assente alla votazione, ma anche di alcuni consiglieri della maggioranza: D’Andrea e De Lucia
  4. alcuni significativi rilievi rispetto alle procedure seguite dalla Giunta e dai Dirigenti responsabili del procedimento.

Come prevedibile, in relazione anche a strategici riposizionamenti dell’ultimo momento (Pierfederici, Olivo, Riva), la nostra mozione è stata respinta, con 20 voti contrari e 15 favorevoli, così come quella dei consiglieri con 20 voti contrari e 14 voti favorevoli: hanno prevalso le logiche della politica e i cittadini non sono stati ascoltati.

Qualcosa comunque ce lo portiamo a casa: l’approvazione di un ordine del giorno in cui si chiede l’istituzione di un comitato composto da esperti, tecnici e operatori del settore per il vaglio di linee guida da seguire nella riqualificazione dei Musei.
E’ la Giunta ora che si deve attivare nel coinvolgere professionalità con le qualifiche indispensabili per questo lavoro; dunque non ci si sogni di diluire il significato di un comitato scientifico in un gruppo eterogeneo di non specifiche competenze. Nè si può ignorare il fatto che tale Comitato è investito di responsabilità nei confronti del progetto Rota nella sua globalità e non potrà lavorare su singole frazioni del complesso museale.

Il Consiglio tutto si deve impegnare ora a vigilare sulla pronta e fedele realizzazione di quanto ha approvato; i cittadini, nel frattempo, controlleranno che ciò avvenga.

Prof.ssa Maria Mussini

Prima firmataria

Comments:1

Rispondi a giuringiurello Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *