L’Oracolo di Delmi

Con questi maledetti partiti si rischia di diventare cassandre. Era il 14 febbraio quando smascheravamo le storture della fusione tra ENIA e IRIDE. “Stiamo da soli, e vendiamo il pacchetto nella società Delmi, ne avremo in cambio grandi centrali di energia pulita”. Detto e fatto, il supermanager Andrea Viero ha detto quello che tutti sapevano dal 2008, si può vendere e ricavarne merce preziosa. Solo che adesso il prezioso bottino lo dovremo spartire, perdendo un pilastro per una nuova economia pulita, tutta emiliana.

Con questi maledetti partiti si rischia di diventare cassandre. Era il 14 febbraio quando smascheravamo le storture della fusione tra ENIA e IRIDE. “Stiamo da soli, e vendiamo il pacchetto nella società Delmi, ne avremo in cambio grandi centrali di energia pulita”. Detto e fatto, il supermanager Andrea Viero ha detto quello che tutti sapevano dal 2008, si può vendere e ricavarne merce preziosa. Solo che adesso il prezioso bottino lo dovremo spartire, perdendo un pilastro per una nuova economia pulita, tutta emiliana.

Sebbene le mie conoscenze di Borsa siano limitate allo spavento del cittadino medio, ben informato da chi bazzica da quelle parti tenevo una conferenza stampa, illustrando tutti i pericoli della fusione tra le due grandi aziende del gas, acqua, rifiuti, energia: l’emiliana ENIA e la ligure piemontese IRIDE.

Tra questi vi era una quota del 15% detenuta da ENIA in DELMI, che a sua volta controlla EDISON. La vendita nel 2008 avrebbe permesso, senza fusione, di rendere ENIA protagonista nel settore dell’energia, a servizio e vantaggio dei territori emiliani. La vendita  avrebbe portato, come controvalore, anche centrali idroelettriche che producono grandi quantità di energia rinnovabile.

Su questa vendita si poteva creare il primo pilastro di un’azienda lanciata nel mercato dell’energia del futuro: da una parte le rinnovabili, dall’altra il risparmio energetico come Energy Service Company.

Il buon Viero dice le stesse cose con 2 anni e mezzo di ritardo: adesso è tutto dentro il calderone di IREN, un mostro che, a detta degli stessi manager, servirà soprattutto a comprare metano a buon prezzo. Pensate cosa gliene frega a questi del risparmio energetico!

Viero ha un curricolone,ha studiato in America. MI vengono in mente le parole di Al Pacino in “Profumo di Donna” (Scient of a Woman). Gustatevi il video

(ndr: ricordatevi che sono stati messi lì dal grande inciucio Delrio-PD e PDL)

Comments:3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *