L’assemblea del Movimento 5 Stelle di Reggio Emilia vota per le dimissioni di Delrio

Lunedi’ 29 aprile si e’ svolta l’assemblea pubblica del Movimento 5 Stelle di Reggio Emilia presso la sala Zavattini . Delrio si deve dimettere.

assemblea reggioLunedi’ 29 aprile  si e’ svolta l’assemblea pubblica del Movimento 5 Stelle di Reggio Emilia  presso la sala Zavattini .

L’assemblea pubblica inizia con Fabrizio Todaro che chiede  a tutte le persone di dare un segnale forte di vicinanza alle forze dell’ordine , TUTTI si sono alzati in piedi per esprimere la  solidarieta’ del Movimento 5  Stelle  ai carabinieri colpiti nell’attentato di Roma e ribadito con FORZA il nostro essere , nei pensieri e negli atti , NON VIOLENTI .

Come primo punto dell’ODG prende la parola Gianluca Sassi che spiega il funzionamento del sito http://www.unovaleuno.it  e il suo utilizzo da parte dei nuovi gruppi tematici che si sono formati . La prossima riunione ci attendiamo ‘i primi risultati !

Matteo Olivieri ribadisce quali sono gli ambiti tematici dei gruppi creati e spiega con quali modalita’  dovranno lavorare e che risultati ci si attende da queste iniziative , il Movimento 5 Stelle non e’ delega ma PARTECIPAZIONE !

Matteo Salardi spiega cosa sta’ facendo nel gruppo “dissesto IDROGEOLOGICO” .

Spazio libero agli interventi , grande partecipazione dei partecipanti che interagiscono , fanno domande di carattere NAZIONALE e LOCALE .

Viene lanciato in assemblea il sondaggio che il gruppo 5 Stelle di Reggio Emilia aveva proposto online :

Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia, da ieri è ministro per gli affari regionali del governo Letta (PDL, PDmenoL, Monti). Secondo te cosa dovrebbe fare?

1) Dimettersi da sindaco                       691 online  + 56 assemblea  =747 voti

2) Mantenere il doppio incarico            21  online  + 5   assemblea   =26    voti

3) Non so / Non mi esprimo                   2  online   + 2  assemblea   = 4      voti

la stragrande maggioranza di votanti online e presenti in assemblea chiede le dimissioni del Sindaco Delrio , ritenendo impossibile guidare una citta’ grande e problematica come Reggio Emilia e svolgere contemporaneamente il ruolo di Ministro nella capitale .

Chiude l’assemblea Davide Valeriani , che illustra l’attivita’ delle 2 parlamentari a 5 Stelle di reggio Emilia Mariaedera Spadoni e Maria Mussini , Davide spiega il percorso che ha portato alla rielezione del Presidente della Repubblica e alla formazione del Governo Letta .

Viene chiesto agli attivisti di partecipare costruttivamente alle proposte parlamentari interagendo tramite il sito http://www.unovaleuno.it che ha all’interno un forum aperto dedicato .

Al termine vengono raccolte alcune domande su temi di carattere nazionale tra cui ovviamente … ( sapete quale domanda e’ , e sapete anche la nostra risposta!)

Arrivederci alla prossima riunione del Movimento 5 Stelle Reggio Emilia .

 

Comments:6

  1. Vuol dire che ha assegnato ai vari assessori i “campi di competenza” di cui occuparsi. In particolare le deleghe riassegnate sono state quelle di Paolo Gandolfi (diventato deputato) cioè Mobilità e Lavori Pubblici e di Delrio stesso che aveva le deleghe a Ambiente, Innovazione e personale.

  2. Non capisco il senso di una votazione. Se è prevista, come è prevista, l’incompatibilità tra le due cariche, che a Del Rio non può certamente essere sfuggita, la cosa deve essere automatica. Nemmeno delle dimissioni dovrebbe esserci bisogno. Questo almeno in un paese serio e tra persone. La redistribuzione stessa delle deleghe è un atto illegittimo poiché non rientrante più nelle sue competenze.

  3. visto che comunque si andrà a votare per il sindaco nell’aprile-maggio 2014, piuttosto che un commissario (di solito un prefetto o un ex-prefetto) che ci accompagni alle elezioni, tanto vale tenerci l’assessore Ferrari come vicesindaco operativo.
    La ratio della legge sull’incompatibilità delle cariche sta nel fatto che un ministro non ha tempo per fare il sindaco. Se il sindaco delega tutto al vice, per un periodo limitato, penso che si possa fare, soprattutto se non comporta oneri aggiuntivi (visto che Del Rio rinuncia al suo stipendio da sindaco, mentre il commissario prefettizio lo pretenderebbe intero…)

  4. Dopo averci regalato una tassa insulsa, ingiusta e iniqua come sul passo carraio,
    dopo aver avvallato parcheggi a pagamento nei dintorni del S. Matia
    E’ ORA CHE SI TOLGA DALLE BALLE!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *