trasparenza

La trasparenza del Comune di Reggio ha troppe carenze

Con l’anno nuovo nelle scorse settimane abbiamo tutti letto le dichiarazioni in pompa magna della presidente Caselli in cui si decantava la grande trasparenza, partecipazione e democrazia dell’amministrazione Vecchi.

Peccato che sia solo fumo negli occhi.
La situazione è ben diversa sia per i consiglieri che per i cittadini.

Se per i primi, dopo grandi lungaggini, è stato adottato il sistema “Alfresco” per condividere i documenti coi consiglieri comunali ma tuttora presenta delle grosse problematiche, i cittadini continuano a non aver modo di conoscere quello che viene fatto dai loro amministratori.

Con l’inizio di questa consiliatura l’amministrazione ha deciso di condividere online le registrazioni audio dei consigli comunali. Peccato che il buon proposito sia durato molto poco in quanto le registrazioni arrivano fino marzo 2014.

Poi più nulla.
Da allora sul sito del comune compare solo un laconico messaggio di disservizio. In un’azienda privata dopo poco tempo che si verifica un disservizio si procede a risolverlo, ma qui sono passati quasi 10 mesi e tutto è invariato.

E se si aggiunge che il PD non ha adottato OpenMunicipio come da loro stessa mozione dalla scorsa consiliatura, i cittadini reggiani che volessero documentarsi e mantenersi informati a livello informatico, non ne hanno la benché minima possibilità.

Noi continueremo a chiedere chiarimenti su queste gravi carenze.

Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *