La neve uccide il referendum di Quattro Castella

Il 5,46% degli aventi diritto ha votato ai due referendum indetti presso il Comune di Quattro Castella. I quesiti erano due, per dire no a due cemetificazioni in quel di Montecavolo. Un caso rarissimo in Italia, bloccato dal gelo e dalla neve straordinari che hanno trattenuto a casa i castellesi.

logo_matilde

Il 5,46% degli aventi diritto ha votato sabato e domenica scorsi ai due referendum indetti presso il Comune di Quattro Castella. I quesiti erano due, per dire no a due cemetificazioni in quel di Montecavolo. Un caso rarissimo in Italia, bloccato dal gelo e dalla neve straordinari che hanno trattenuto a casa i castellesi.

Percentuali bulgare tra i votanti: 87,67% dicono NO alla prima distesa di cemento e il 91,12% dicono NO alla seconda.

Merito della Lista Civica il Quinto Colle.

Comincia, anzi continua, la farsa dei furbetti del partitino, a cominciare dal sindaco di Quattro Castella, Andrea Tagliavini.

Non contento di avere promosso l’astensione (del resto il suo Partito è Democratico, giusto?), non contento di non aver fatto alcun accenno al referendum nella pagina web del Comune (tranne il regolamento, si è sprecato!), si diverte a dire le solite ovvietà di chi ha paura di un confronto. Parla di “fiducia dei cittadini nell’operato di questa maggioranza”.

Quali cittadini? Quelli che erano bloccati da mezzo metro di neve o quelli che nonostante i lastroni ti hanno detto chiaro e tondo che fai porcate urbanistiche?

Per non parlare della rivista l’Espresso, che trova il tempo di occuparsi del meteo di Quattro Castella e ricamarci sopra fini ricostruzioni politiche.

Ho bei ricordi io de L’Espresso. Un‘intervista telefonica di 40 minuti circa, argomento le lista civiche di Beppe Grillo. Tante belle domande, tante belle risposte, ho pensato, di 40 minuti metteranno almeno una riga?  ZERO.

A chi va in giro in Regione a dire che non c’è democrazia nel Movimento di Grillo, bene, si guardino attorno.

Comments:3

  1. Egregio Consigliere Olivieri,

    ho letto con attenzione il Suo articolo in merito all’esito negativo del referendum comunale di Quattro Castella.

    Rispetto le posizioni politiche diverse dalle mie, quindi non entro nel merito delle Sue valutazioni ma volevo solo dirLe che dal Suo articolo si percepisce un livore molto forte verso le persone che non la pensano come Lei.

    In particolare ha commesso l’errore (immagino involontario) di utilizzare alcuni termini decisamente offensivi a livello personale.

    Nulla centrano la politica ed il confronto democratico delle idee con le affermazioni perentorie che Lei ha fatto contro la mia persona, del tipo “Big Jim” o “Coniglio Prezzolato”.

    Lei sig. Olivieri non mi conosce altrimenti saprebbe che non sarebbero mai potute uscire dalla mia penna parole così personalmente offensive nei Suoi confronti.

    “Prezzolato” significa “disonesto, corrotto”.

    Se Lei ha degli elementi per poter affermare che io sono un corrotto, La invito ad andare subito da un magistrato, in caso contrario significa che Lei ha usato quel termine impropriamente, allora mi aspetto che sulla home page del Suo sito o pubblicamente compaia entro qualche giorno una nota di scuse nei miei confronti per l’utilizzo delle parole “Big Jim e Coniglio Prezzolato”.

    In caso contrario sarò io a dovermi rivalere su di Lei.

    Non voglio fare polemiche ma solo ristabilire un confronto reciprocamente rispettoso delle persone, rispetto che non deve mai mancare a chi ha deciso di fare politica o impegnarsi come amministratore.

    Cordialmente.

    Quattro Castella, lì 12 gennaio 2010

  2. Gentile sindaco Tagliavini, innanzi tutto grazie per il contatto e per l’apprezzamento del nostro servizio. Come avrà capito il termine generico “conigli prezzolati” era rivolto ad una pluralità, a meno che lei non sia già passato al plurale maiestatis non ne avrebbe dovuto fare una questione personale. A scanso di equivoci, visto che i miei risparmi non mi consentono avventure giudiziarie, tantomeno sacrificate sul suo altare, ho provveduto a togliere quella locuzione. ma mi sembra di capire che non le vada bene nemmeno Big Jim. toglierò anche quello. E può pure contarci sulle scuse, aspetti solo qualche attimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *