/ marzo 16, 2016/ Comunicati Stampa/ 0 comments

 

Fare luce anche sui rapporti tra Iren Rinnovabili e Comune di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA 14 MARZO – Come Movimento 5 Stelle non possiamo che esprimere pieno appoggio ai piccoli azionisti Iren per l’esposto che si apprestano a presentare alla Consob. E’ chiaro che ormai Iren si muove in modo completamente avulso dalle esigenze dei territori che dovrebbero essere la sua priorità. Resta però da chiarire  se determinate decisioni non potrebbero andare a danno anche degli investitori. Riteniamo quindi doveroso da parte dei Piccoli Azionisti  presentare un esposto alla Consob, per capire se la condotta di favore attuate nei confronti di Torino, Comune governato dal Pd  al quale si prestano 200 milioni di euro a fronte di una posizione finanziaria netta che a fine 2014 vantava un passivo di più di 2100 milioni di euro, non potrebbe causare danno a coloro che hanno investito nella società. Soprattutto se viene fatta un’operazione di maquillage per cui i debiti commerciali diventano debiti finanziari e quindi vanno a migliorare la posizione finanziaria netta.

Inoltre, è corretto che i piccoli azionisti cerchino di fare luce su Iren Rinnovabil tanto cara a Delrio e Vecchi. Come Movimento 5 Stelle abbiamo più volte segnalato  gli strani intrecci tra Comune di Reggio Emilia e quest’azienda che, sebbene  detenuta al 70% da Iren Ambiente, non viene consolidata nel bilancio di gruppo. Iren Rinnovabili che a fine 2014 aveva un debito di 32 milioni di euro verso la holding e che nel 2015 si è data a shopping aziendali (Studio Alfa) e immobiliari (i capannoni 17 e 18 per la STU Reggiane). Se chi governa IREN ha deciso che si tratta solo di una società per azioni quotata in borsa e non più di un’azienda che, offrendo servizi fondamentali per i cittadini deve mantenere un ruolo di rispetto e attenzione per i territori, allora che Iren Spa si comporti da azienda privata e cominci a rispondere del suo operato.

Alessandra Guatteri

Gruppo Consiliare

Movimento 5 Stelle

Reggio Emilia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*