IPOCRISIA PD SU PAGLIANI (CHE SI DEVE DIMETTERE)

IPOCRISIA PD SU PAGLIANI (CHE SI DEVE DIMETTERE DA CONSIGLIERE)
 
Da sempre il M5S chiede le dimissioni di Pagliani ma il Pd prima deve fare un pò di conti in casa sua e scusarsi con la città per certi comportamenti e omissioni. Da un anno rimaniamo in attesa di tutte le fatture sui lavori della casa del sindaco.
REGGIO EMILIA 7 FEBBRAIO – Per primi già nel 2013 e ancora ripetutatamente e poi ancora per primi in data 2 febbraio 2017 dopo la lettura delle intercettazioni tra Sarzi Amadè e Pagliani in aula, abbiamo condannato i comportamenti politici di Pagliani e richiesto le sue dimissioni irrevocabili da consigliere comunale in Sala del Tricolore. Altre volte abbiamo seguito il consigliere Saccardi (Pd) nelle sue proteste contro Pagliani. Ma ieri il Pd si è coperto di grande ipocrisia. Pagliani per noi deve rassegnare le dimissioni da consigliere comunale ma il Pd è ipocrita perchè non ha ancora fatto i conti con le sue ipocrisie.
2)Non una parola da parte del Pd poi in relazione ai suoi due consiglieri comunali Scarpino e Rivetti che riaccolsero a braccia aperte Pagliani in Sala del Tricolore nel 2015 dopo la scarcerazione (vedi le foto allegate non ce le scordiamo).
3)Non una parola di scuse pubbliche per i comportamenti tenuti in questi anni nei confronti di Enrico Bini da parte di molti esponenti Pd.
4)Non una parola di scuse pubbliche da parte del Pd per aver coperto politicamente il sindaco Coffrini a Brescello. Prima il padre, legale dei Grande Aracri e poi il figlio.Entrambi rappresentanti del centrosinistra.
5)Che dire poi del consigliere comunale del Pd che ha votato Pagliani alle  ultime elezioni provinciali? Chi è?
6)Da oltre un anno rimaniamo attesa che il sindaco Vecchi mostri  tutte le carte (inclusi quindi anche le fatture e relativi pagamenti dei lavori di rifinitura)sulla sua casa a Masone. Abitazione lo ricordiamo che la moglie Maria Sergio, dirigente comunale all’edilizia durante le sindacature Delrio acquistò da quello che era un imputato in Aemilia.
Sono stati il Pd (e prima Ds-Margherita) e non l’ex missino Pagliani a governare la città in questi anni, invadendola di cemento che fa tanto gola alle mafie. Questo non lo dimentichiamo e non va dimenticato e serve quanto meno una sincera autocritica pubblica mai avvenuta.

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *