Immagini amiche

La segnalazione dell’Associazione Skip Intro ha portato a un’interrogazione, in cui si chiede al Comune se intende aderire alla Campagna “Immagini amiche” lanciata dall’UDI, Unione Donne d’Italia. Oggi la risposta dell’Assessore Maramotti. E sempre oggi la firma per Reggio 5 Stelle di una mozione, per dare esplicita adesione, presentata dalla consigliera Venturini.

La segnalazione dell’Associazione Skip Intro ha portato a un’interrogazione, in cui si chiede al Comune se intende aderire alla Campagna “Immagini amiche” lanciata dall’UDI, Unione Donne d’Italia. Oggi la risposta dell’Assessore Maramotti. E sempre oggi la firma per Reggio 5 Stelle di una mozione, per dare esplicita adesione, presentata dalla consigliera Venturini.

La campagna “Immagini amiche” ha questo scopo:

–         eliminare dal marketing e dalla pubblicità gli stereotipi di genere;

–         garantire il rispetto della dignità umana e dell’integrità della persona, vigilando affinchè marketing e pubblicità non comportino discriminazioni alcune, non contengano incitamento all’odio basato su sesso, etnia, religione o convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale e non contengano elementi di approvazione, esaltazione o incitamento alla violenza contro le donne;

Ecco la risposta del Comune all’interrogazione (1) (2).

La risposta è positiva, l’Assessore sottoporrà la campagna “Immagini amiche” alla Giunta, chiedendo la collaborazione dell’Associazione Skip Intro. Ciò si innesta, dice l’Assessore Maramotti, in una serie di iniziative in cui il Comune i diritti delle donne e la parità dei sessi, dalla difesa contro le violenze sulle donne fino alla conciliazione dei tempi e degli orari.

Contemporaneamente,  oggi, la consigliere Gigliola Venturini (PD) mi ha posto alla firma una mozione in cui si chiede un impegno formale per l’adesione alla campagna. Pertanto “Immagini Amiche” arriverà alla discussione in aula, nella viva speranza che il rispetto della donna ri-entri un pò di più nei comportamenti di tutti noi.

Comments:1

  1. era ora, mi fa una certa impressione sentire ancora parlare dell’UDI, quella che ci faceva un sacco di corsi quando eravamo ragazzine, ed era fatte di donne vere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *