LED e bassa tensione: risparmio e sicurezza nei nostri parchi

Una graduale sostituzione dei sistemi di illuminazione con lampade a LED, che sono alimentate da bassissimi voltaggi (meno di 50 volt), innocui per la salute, ed una mappatura del territorio per sapere quale tipo di alimentazione si trova oggi nei parchi. Questo in sintesi ciò che chiedo con una interrogazione depositata in Consiglio Comunale nei giorni scorsi.

(immagine da Wikipedia)

Dopo i casi di ferite riportate da bambini nei nostri parchi, dopo le segnalazioni relative a fili della 220 scoperti nei lampioni lungo le camminate del Parco del Crostolo, ho presentato in COnsiglio Comunale un'interrogazione scritta.

In sintesi, propongo una graduale sostituzione  dei sistemi di illuminazione con lampade a LED, che sono alimentate da bassissimi voltaggi (meno di 50 volt), innocui per la salute, ed ho chiesto, per cominciare, una mappatura del territorio per sapere quale tipo di alimentazione si trova oggi nei parchi.

Accanto ad un risparmio energetico (i LED consumano dal 30 al 70 % in meno rispetto ad altri sistemi meno avanzati in uso attualmente) si garantisce la sicurezza dei bambini, in particolare, nei parchi.

Di seguito il testo dell'Interpellanza.

Rassegna Stampa: (1)

Logo Lista civica Reggio 5 stelle

Lista Civica Reggio 5 Stelle Beppegrillo.it

Consigliere comunale Matteo Olivieri

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Considerato che:

-Come testimoniato da un articolo della stampa locale (“Il Res

to del Carlino”) pubblicato in data 30 luglio 2009 alcuni  punti luce ubicati nella zona interna del Parco delle Caprette in via Monte Cisa presentano situazioni di evidente degrado con fili che sono esposti alla base dei piloni con evidente pericolo specialmente per i bambini. In talune situazioni si è provveduto a chiudere la base dei piloni con rudimentale nastro adesivo o fascette di plastica.

Il sistema di alimentazione utilizzato nella gran parte dei punti luce del Comune di Reggio, a parte qualche rara eccezione,  ha un voltaggio di 230 volts con rischi per l’incolumità umana come dimostrano alcuni casi recentemente accaduti in Italia.

Il risparmio energetico, anche nell'illuminazione pubblica, è attuabile tramite moderni sistemi di impianti a Led che funzionano a bassissima tensione a 24 volts, che non comportano rischi per la vita umana in caso d’incidente.

Il risparmio energetico è alla base del Piano Energetico Comunale di Reggio Emilia approvato nel 2008 e la cui applicazione fa parte del programma amministrativo di questa Giunta.

L'interrogante chiede al signor Sindaco ed alla Giunta:

– I motivi per i quali i punti luce del Parco delle Caprette Lungo Crostolo sono in questo stato e come si intende ovviare al problema denunciato dalla stampa.

– di poter disporre di una mappatura del territorio comunale con la tensione utilizzata nell'alimentazione dei punti luce pubblici in parchi, piste ciclabili-pedonali, parchi giochi ubicati nel territorio del Comune di Reggio.

Se è prevista nei piani della pubblica amministrazione di Reggio Emilia  la graduale sostituzione dei punti luce pubblici oggi alimentati a 230 volts che comportano rischi per la vita umana con quelli a bassissima tensione ed a risparmio energetico attuabili ad esempio con sistemi a Led  a 24 volts, che oltre a garantire estrema sicurezza garantiscono anche una migliore efficienza energetica.

zp8497586rq

Comments:1

Comments are closed. You can not add new comments.