Il Giorno della Memoria celebrato nei Comuni a 5 stelle

In occasione della Giorno della Memoria , promosso dalle Nazioni Unite per ricordare tutte le vittime dell’Olocausto nazista sono diverse le iniziative, culturali e di memoria diffusa organizzate con la collaborazione delle amministrazioni comunali governate dal Movimento 5 Stelle.  Lo stesso stanno facendo autonomamente anche diversi consiglieri comunali e regionali e semplici cittadini.

Una giornata, per ricordare tutte le milioni di vittime di questa follia: ebrei, gay, rom, ritardati mentali e disabili, oppositori politici e religiosi, internati civili e militari. Perchè non si ripeta mai più qualcosa di simile in ogni parte del Mondo e sotto ogni forma. Perchè siano le idee a far dialogare pacificamente le persone, per superare la follia del fanatismo  ideologico, religioso, etnico.

Le iniziative promosse per il Giorno della Memoria nei Comuni a 5 Stelle e dai consiglieri e gruppi di cittadini in occasione della Giornata della Memoria:

 Io mi ricordo di te” . Promossa dal consigliere di Milano Mattia Calise insieme al gruppo del Movimento 5 Stelle. Iniziativa virale sui social network, aperta a tutti i cittadini.  Le istruzioni in rete.

Comune di Parma dal 22 al 29 gennaio – Con mostre, iniziative per ricordare i perseguitati ebrei,omosessuali e deportati militari  dopo l’8 settembre, concerto, viaggio della Memoria per le scuole, un consiglio comunale apposito.

Il  Comune di Mira (Venezia) iniziativa dedicata  ad una cittadina miranese, Adele Zara, che aiutò decine di ebrei a sfuggire alle deportazioni ed è stata insignita con l’onoreficienza di Giusto delle Nazioni.  Verrà presentato il libro “Il Cuore di Adele” ed interverrà Fulvia Levi, scampata con la sua famiglia all’internamento grazie ad Adele Zara.

Comune di Comacchio (Ferrara)  – Con commemorazione

dei morti dell’eccidio di Comacchio, una mostra e incontro con gli studenti della scuole.

Il Comune di Sarego (Vicenza) in apertura del Consiglio Comunale di martedì 29/1 ricorderà la figura del vicentino Rinaldo Arnaldi, medaglia d’Oro e Giusto delle Nazioni che tra il 1943 ed il 1944 organizzò la fuga di cittadini ebrei, ricercati, prigionieri di guerra fuggitivi, dal vicentino alla Svizzera insieme alla sorella  Mary, tutt’oggi vivente a 100 anni ed il leggendario scalatore Gino Soldà.

2 comments

  1. Pingback: Anonimo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *