Il Direttore delle Farmacie ha altri 5 incarichi

Il Direttore delle Farmacie Comunali Riunite Egidio Campari ha incarichi in altre 5 società. L’art. 19 dello Statuto di FCR ha come titolo “Divieto di altri incarichi” per il Direttore, è addirittura Amministratore Delegato di Farmacie Comunali di Modena spa, Consigliere nelle farmacie di Bergamo, Desio, Sassuolo e Padova, e Modena, dove è anche AD.

L’art. 19 dello Statuto di FCR ha un titolo chiaro, “Divieto di altri incarichi”, per la figura del Direttore. Questo perché il ruolo, previsto per legge, del Direttore di un’Azienda Speciale, è strettamente gestionale, come indicato dall’articolo 114 del Testo Unico degli enti locali.

L’articolo dello Statuto di FCR sembra essere chiaro, il Direttore non può esercitare alcun altro impiego, commercio, industria o professione, né può accettare incarichi anche temporanei di carattere professionale estranei all’azienda, senza speciale autorizzazione da darsi di volta in volta dal Consiglio di Amministrazione.

E di queste autorizzazioni si presume che ne abbiano date proprio tante alle Farmacie Comunali Riunite, almeno quanto gli incarichi oggi ricoperti dal Direttore Egidio Campari, ben 5, all’interno di Società che gestiscono Farmacie, tutti assegnati negli ultimi 2 anni:

1 – Consigliere di Amministrazione, nominato con atto del 21 settembre 2009, presso l’ AZIENDA FARMACEUTICA MUNICIPALE DI BERGAMO S.P.A.

2 – Consigliere di Amministrazione, nominato con atto del 22 aprile 2010, delle CIVICHE FARMACIE DESIO S.P.A.

3 – Consigliere di Amministrazione, nominato con atto del 7 ottobre 2009, delle FARMACIE DI SASSUOLO SPA;

4 – Consigliere di Amministrazione, nominato con atto del 23 aprile 2008, delle FARMACIE COMUNALI DI PADOVA S.P.A.

5 – e dulcis in fundo, Consigliere di Amministrazione e Amministratore Delegato delle FARMACIE COMUNALI DI MODENA S.P.A, nominato con atto del 19 maggio 2008

Per capire chi abbia proceduto a così numerose nomine nell’arco di appena 24 mesi, abbiamo controllato nelle bacheche pubbliche delle società, a cominciare dalle Farmacie di Modena, in cui Campari è Amministratore Delegato con potere di firma.

Campari non c’è nell’elenco, segno che non è stato il Comune di Modena, che pubblica i compensi degli amministratori di propria nomina, a designarne l’incarico.

Quindi deve essere stato un altro soggetto, chi? Farmacie Comunali Riunite?

In ogni caso ci domandiamo come, da una volontà chiara dello Statuto, di stringere un saldo legame con il Direttore, si sia arrivati a così tante deroghe, e cosa abbia motivato tale scelta.

Se infatti si possono comprendere eventuali incarichi in società partecipate da FCR, è difficile spiegarsi come sia compatibile il ruolo di Direttore a Reggio con quello di Amministratore Delegato di una SPA a Modena.

In teoria, se ammettiamo che si tratti di incarichi professionali e dirigenziali, in regime di aziende a diritto misto pubblico e privato, dobbiamo anche ammettere che potenzialmente queste aziende sono tra loro concorrenti.

Infine i compensi: se non è stato nominato da Modena, è forse il Comune di Reggio a doverne pubblicare i compensi?

E soprattutto, se Campari svolge a titolo gratuito questi incarichi, vogliamo saperlo, e proporremo subito una statua per il merito e la dedizione al bene pubblico!

I nostri dubbi su FCR si estendono, aggiungendosi a quelli che riguardano l’adeguata pubblicità e trasparenza all’altezza di un colosso con 180 milioni di euro di giro d’affari, che non pubblica sul sito web né i bandi d’appalto né i fornitori, necessarie nel 2010 per consentire un’adeguata partecipazione dei tanti soggetti fornitori di servizi.

Si arricchisce quindi lo spettro di domande che presenteremo, a questo punto, in un’apposita interpellanza in Consiglio Comunale.

Comments:5

  1. Mi sembra giusto pretendere la pubblicazione di bandi per gli appalti e i fornitori per una società col nome che è un programma Farmacie “Comunali” e che muove circa 180 milioni di euro.
    Mi sembra giusto avere una risposta dal Direttore Campari per i sui 5 incarichi.

    restiamo in attesa di un cortese riscontro.
    Distinti saluti.

  2. (Il Direttore non può esercitare alcun altro impiego, commercio, industria o professione, né può accettare incarichi anche temporanei di carattere professionale estranei all’azienda senza autorizzazione del Consiglio di Amministrazione)
    ma il cda questo permesso lo da scritto o come ?
    perche’ anche qui in prov. di milano c’e un direttore di aziende speciali che sono 10 anni che lavora in un altra multiservizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *