Il Comune di Reggio promuoverà il porta a porta anche nel resto della provincia

Soddisfazione per la risposta dell’Assessore Maramotti al’interpellanza  presentata dal nostro consigliere Matteo Olivieri per proporre un’azione di coinvolgimento dei comuni confinanti al sistema di raccolta dei rifiuti domiciliare “porta a porta”. L’assessore ha dichiarato che  “l’istanza verrà discussa in sede di ex ATO”.

Il Comune di Reggio Emilia , oltre a proseguire le proprie linee guida a livello comunale, si augura che prosegua a livello provinciale su questa strada”, questa la dichiarazione dell’Assessore.

La recente estensione alle frazioni esterne di Reggio rende conveniente il coinvolgiemento dei comuni confinanti che hanno, a loro volta, frazioni molto vicine che potrebbero essere coperte dal servizio già in essere a Reggio.

Interesse dell’Assessore anche sul coinvolgimento degli esercenti dei centri commerciali per esporre raccoglitori differenziati nelle gallerie dei centri commericiali a favore degli utenti. Già molti esercenti adottano al proprio interno la raccolta differenziata, si tratterebbe di estendere la raccolta (alcuni commercianti già lo fanno) attraverso raccoglitori esposti al di fuori dei negozi.

Inoltre è stata lanciata, fuori dal testo dell’interpellanza, l’idea di coinvolgere i cinema come la Multisala dei Petali in iniziativa per la raccolta differenziata: brevissimi spot prima delle proiezioni che invitano a differenziare i rifiuti in appositi raccoglitori di carta, plastica, vetro, che sarebbero installati all’esterno delle sale da parte dei gestori.