Graziano Delrio:il peggior sindaco della storia di Reggio Emilia

La capacità di rimangiarsi le promesse elettorali, l’asservimento a qualsiasi potere interno od esterno contro gli interessi dei cittadini, pavido, falso, e soprattutto calcolatore. Il sindaco Graziano Delrio è senz’altro il peggiore della storia di Reggio Emilia. Pronto a lasciarsi alle spalle il secondo e ultimo mandato, alla ricerca di nuove poltrone

La capacità di rimangiarsi le promesse elettorali, l’asservimento a qualsiasi potere interno od esterno contro gli interessi dei cittadini, pavido, falso, e soprattutto calcolatore. Il sindaco Graziano Delrio è senz’altro il peggiore sindaco della storia di Reggio Emilia. Pronto a lasciarsi alle spalle il secondo e ultimo mandato, alla ricerca di nuove poltrone.

In questi 12 mesi di Consiglio Comunale, molte impressioni sono emerse sui politici reggiani, senz’altro le più frequenti riguardano il Sindaco Graziano Delrio da Canali.

Se dovessimo inserire i link per illustrare tutte le incorenze, le parole date e rimangiate, la completa assenza di una visione, la contestuale mancanza di coraggio, quando questa visione viene dichiarata per poi fare tutt’altro, non ci basterebbero 200o righe. Si fa prima a scorrere la nostra rassegna stampa, o scorrere gli articoli del blog che lo riguardano.

Per riassumere: nei servizi ai cittadini ha evitato accuratamente di capire cosa gli passava per le mani, ipotesi migliore, ha deciso di metterlo in mano a gruppi di potere esterni, ciò che invece è successo.

Parliamo di IREN: si è addossato la delega all’Ambiente, trascurando poi nei fatti l’argomento, e fidandosi ciecamente di ciò che sussurrano al suo orecchio i manager IREN, che dovrebbero essere da lui controllati!

Nessuna capacità critica, nessuna capacità impositiva, un sindaco orpello che bada solo agli annunci.  Per poi dire sì a tutto quello che gli conviene.

Cosa gli conviene? Certamente non gli interessa corrispondere ai cittadini, visto che è all’ultimo mandato. Certamente gli interessa corrispondere ai gruppi di potere di ogni genere. La sua Giunta è un coacervo di tutto quello che c’è sullo scenaro politico e non di Reggio e non solo. Se li deve tenere tutti buoni.

Da anni gira la voce che gli spetterà una poltrona importante, pare quella del nuovo centro ricerca ospedaliero che nascerà a Reggio.

Ma guardiamoci negli occhi: è tutta colpa sua?

Un pò di tempo fa una mia amica, ci conosciamo da tanto tempo, tante discussioni, tanti discorsi, arriva allegra e mi dice: alle regionali ho votato PD. Onestamente non sono riuscito a reagire con disinvoltura, e le ho detto chiaro: grave errore.

Votare un Delrio o un PD è oggi molto peggio che votare Berlusconi, in una città come Reggio. Perchè? Lo spirito di chi ha governato bene questa città fino a 20 anni fa è andato completamente perso, fatto proprio da gruppi di potere che aprono solo la strada ad una politica di stampo prettamente berlusconiano, Delrio in testa, il Berlusconi di Reggio.

Uno a Roma pensa solo alle sue leggine per salvarsi dai processi, uno a Reggio pensa solo a dove siederà domani, sfruttando l’onda buona e la faccia pulita di un’amministrazione dei cittadini che è stata costruita nei decenni, e che lui butta in vacca.

Votate Delrio e PD: dietro le spalle vi sta già succedendo qualcosa, e forse non ve ne accorgerete mai.

Comments:8

  1. bravo Olivieri condivido. Da ex elettrice di Delrio nel 2009, ma non piu’ dal 2010 (Movimento 5 stelle). E siamo in tanti a Gavassa che oramai non li sopportiamo piu’.
    Con internet tutto rimane. Lui, Giuseppe Pagani, Colosimo…si sono approfittati della buonafede di una frazione intera.

  2. Ho semère pensato che fosse un personaggio costruito ad arte, il finto bonaccione che anche se lo lavi col Dash rimane grigio

  3. Uno dei tanti politici, che promettono mari e monti, e poi……quando hanno la poltrona sotto il culo non si staccano più. Tutti una stessa pasta. Si…il sindaco Graziano Delrio è senz’altro il peggiore sindaco della storia di Reggio Emilia.

  4. E’ la persona ideale per un partito come il PD: uno dalla faccia tranquilla e che dà sicurezza, vicino agli anziani (che tuttora permettono al PD di avere la maggioranza in quanto ancora credono di votare PCI!), ma che poi ti tradisce una volta eletto. A CASA!!!

  5. Al posto di Del Rio (rieletto al primo turno con il 52,45%) preferivate Alessandri, Filippi o Spaggiari? Tenete conto che insieme non arrivavano al 40%)
    Mi sembra abbastanza ovvio che una opposizione divisa su tutto (anche sul nome di chi contrapporre al sindaco uscente) non farà MAI breccia.

  6. Ovviamente. Ma se il sindaco uscente passa al primo turno c’è poco da fare (alla Moratti è capitato di dover correre per il secondo turno e perdere). Finchè altri italiani continueranno ad invidiare Reggio Emilia (vedi il post dell’amico romano nell’altro 3D) parte del merito sarà da condividere con i nostri amministratori.

    A Parma hanno un buco di bilancio considerevole creato dalle giunte di destra, e gli mancano anche i ponti di Calatrava…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *