Giovani PD, i Buffoni del nucleare

Nucleare: buffonata dei giovani PD, uno schiaffo a Sindaco, Giunta e Consiglio. Nonostante fosse già stata votata una mozione per escludere dal territorio comunale(VOTATA ANCHE DA REGGIO 5 STELLE), i giovani del PD ripresentano un identico testo non fidandosi del Sindaco e della Giunta: hanno paura che si faccia una centrale atomica in uno scantinato!

Nucleare: buffonata dei giovani PD, uno schiaffo a Sindaco, Giunta e Consiglio. Nonostante fosse già stata votata una mozione per escludere dal territorio comunale(VOTATA ANCHE DA REGGIO 5 STELLE), i giovani del PD ripresentano un identico testo non fidandosi del Sindaco e della Giunta: hanno paura che si faccia una centrale atomica in uno scantinato!

Delrio nuclearista? L’Assessore Ugo Ferrari nuclearista? Questo ciò che sembra emergere dall’ordine del giorno autoapprovato dal PD e proposto dai giovani del PD, la più grande buffonata che si sia mai vista in Consiglio Comunale in questa consigliatura.

Come recita l’ordine del giorno, era già stata approvata una mozione che escludeva centrali nucleari dal territorio comunale. Perché riproporre la questione nel POC, il Piano Operativo Comunale dove si decide come costruire i quartieri, i capannoni? Hanno paura che si faccia una centrale in uno scantonato, così pare.

Del resto non sorprende, visto che il PD era Partito nuclearista fino a pochi mesi fa, quando fu un emendamento del MoVimento 5 Stelle Emilia Romagna ad escludere le centrali di “quarta generazione” (che non esistono) dal nostro territorio

Ma non finisce qui: la dimostrazione del fatto che i giovani PD contano balle è nella bocciatura di ieri tutti i nostri ordini del giorno in materia di energia. Il primo chiedeva di imporre la più alta classe energetica a tutti gli edifici previsti nell’Area Nord: bocciato. Il secondo chiedeva di escludere IREN dal tavolo dell’Area Nord in quanto in aperto conflitto di interessi, perché chi vende energia e fa affari quando vende più energia del giorno prima, non può sedere al tavolo dove si parla di risparmio energetico.

L’impegno ridicolo chiesto nuovamente dai giovani del PD, quando già tutta la Regione ha detto no, è uno schiaffo per gli impegni già presi da Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale, forse dettato da nostalgia per l’occasione persa di costruire centrali di “quarta generazione”, business generoso per gli sponsor elettorali ed economici del Partito.

Comments:11

  1. Posterò questo commento ogni giorno.

    “Chi vende energia non può sedere al tavolo dove si parla di risparmio energetico”

    PD FAN…C ……lub

  2. mossa sbagliata quella di Olivieri. Per dimostrare cosa? che si è contrari sempre e comunque? alla lunga la polemica fine a se stessa non paga.

  3. Buffone, ho staccato la scheda, perchè era indegna da votare, non ho votato contro, anche se ho visto che ti sei mosso con successo per far scrivere che ho votato contro. Complimenti per le relazioni che intrattieni

  4. Anche ieri sera in circoscrizione sud il pd, non sapendo bene cosa fare per passare il tempo, ha presentato un odg dove ripeteva pari pari quanto già affermato da un uguale odg in consiglio comunale, sul piano antenne.

  5. mi dispiace matteo, ma se ti riferivi a me, potrai verificare dall’IP che il signore che si è firmato andrea sopra non sono io. magari il signore sopra scriva il proprio cognome.

    subito pensavo avessi votato contro, mi sono sbagliato, ho verificato e ho corretto sul mio blog e ho scritto che hai staccato la scheda pur essendo presente in aula. anche il non votare è una scelta politica, anche io su qualche documento in passato avevo dei dubbi e ho deciso di non partecipare al voto, ma scegliere di non votare su argomenti come il nucleare è un silenzio/assenso troppo equivoco per passare inosservato..
    in merito alle mie relazione, se vorrai intrattenerne una con me lunedì, sarò felice di capire quali delle mie meritano i tuoi complimenti 😛

  6. @alessandro: hai ragione, mi sono parecchio incazzato con i dirigenti nazionali del pd quella volta e l’ho detto negli organismi provinciali, cioè dove ne ho avuto l’opportunità. tu hai mai preso posizione contro il buon vecchio beppe nelle sedi opportune? se sì, sai come ci si sente e come si lotta ogni giorno in politica e quindi riffanciarmi del comportamento dei parlamentari del pd non è molto corretto. se no, rispedisco le accuse al mittente perchè da un partito che ha il nome del suo padrone nel simbolo (come il banana) non accetto lezioni di dialogo interno (forse noi ne abbiamo fin troppo, anzi i correntismi che si spacciano per dialettica interna li ho sempre combattuti e denunciati), a te la scelta: vuoi l’aiuto del pubblico?

    @ matteo: non ti riferivi? tue parole “ho visto che ti sei mosso con successo per far scrivere che ho votato contro. Complimenti per le relazioni che intrattieni” se non ti riferivi a me, o non ti riferivi affatto, dovrei capire chi era la tua maestra di italiano alle elementari.. 😛

  7. Prendo posizione contro beppe se ritengo ci siano motivi per farlo, non certo per farmi notare se non ho nulla da dire.

    Circa il simbolo, noi abbiamo il nome del “padrone” scritto dentro, è vero, voi no ma in compenso i padroni non li cambiate da decenni. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *