“Disco orario al posto del pagamento”​, modificare il Piano sosta

Mozione d’urgenza in Consiglio comunale: fermare l’allargamento della tariffazione della sosta a mezza città (ordinanza 682/2012), sostituendola con il semplice disco orario e limitando il pagamento alle sole aree limitrofe al centro storico. In tal modo si realizzerebbero gli obiettivi del PUM senza spolpare i cittadini.

Mozione d’urgenza in Consiglio comunale: fermare l’allargamento della tariffazione della sosta a mezza città (ordinanza 682/2012), sostituendola con il semplice disco orario e limitando il pagamento alle sole aree limitrofe al centro storico. In tal modo si realizzerebbero gli obiettivi del PUM senza spolpare i cittadini. Del resto, se come dice l’Assessore Gandolfi non lo si fa per incassare, allora perchè non mettere il disco orario? Ampie giustificazioni alla nostra richiesta vengono dagli stessi documenti del Piano di riordino della sosta, che individuano nelle zone attualmente interessate dall’estensione, quelle di fascia “C” a sud della città, aree “a media pressione” nella ricerca di un parcheggio. Non a caso la revisione del Piano del 2010 ha esteso le aree previste nel 2008, quindi se volessimo attenerci al PUM e a quanto deciso nel 2008 potremmo essere molto più morbidi.

Comments:3

  1. Direi sacrosanto!
    Per disincentivare l’uso dell’auto si rinforzano e rendono accessibili i mezzi pubblici e non questo salasso che è il centro di Reggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *