I dirigenti del comune escono dalla porta e rientrano dalla finestra

Le scorse settimane l’amministrazione Vecchi ha sbandierato ai quattro venti il taglio di alcuni dirigenti comunali, chi dice 6 chi 7 il sindaco addirittura 10, esponendo i tagli come “la prima grande riorganizzazione della macchina amministrativa“.
Lo stesso sindaco Vecchi in una video intervista, che potete trovare al termine dell’artico, espose con toni trionfali e di trasparenza la scelta dei 14 dirigenti, dicendo di averne tagliati tanti portando ad un risparmio nelle casse comunali.

Addirittura dicendo, alla domanda del giornalista sull’Area Nord, che per portare avanti il progetto non vi sarebbe stato bisogno di una postazione dirigenziale ma sarebbe stata l’intera amministrazione a doversene occupare.

Ma il 23 di dicembre il sindaco ha vestito i panni di Babbo Natale e assieme alla giunta hanno approvato una delibera in cui si sfornano 5 nuovi incarichi dirigenziali.
All’interno della stessa vengono individuate le seguenti figure
  • Responsabile Ufficio Stampa;
  • Responsabile Ufficio di Piano e delle attività per la Non Autosufficienza;
  • Responsabile delle attività per l’integrazione sociosanitaria negli ambiti Dipendenze, Salute Mentale e Disabilità nonché della progettazione del Sistema di accoglienza a bassa soglia e dei percorsi di inclusione sociale e occupazionale;
  • Responsabile Tecnico della cura e progettazione del Patrimonio scolastico ed educativo dell’Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia;
  • Responsabile Ufficio Cinema.
Ma non finisce qui.
La delibera è stata fatta per assumere a tempo determinato (che dura quanto la consiliatura) due “assistenti” di sindaco e giunta
La prima è la dott.ssa Tiziana Tondelli affidandole il servizio di supporto all’attività degli organi istituzionali, la quale già lavorava per l’amministrazione comunale nella scorsa consiliatura.
Il secondo è l’ing. David Zilioli che sarà assistente nel progetto “Area Nord“, progetto che già seguiva sotto la precedente amministrazione.
L’amministrazione comunale ha fatto sotto le feste più un opera di merchandising di se stessa più che una reale azione di taglio della spesa pubblica. Soprattutto visto che questi due “assistenti” godranno di uno stipendio annuo lordo di oltre 31.000 euro.
Chissà se nelle prossime settimane entreranno dalla finestra altri dirigenti usciti dal portone principale.
Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle Reggio Emilia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.