Depositata mozione per la cittadinanza attiva

Come sapete, nel 2010 il Governo ha azzerato i gettoni di presenza per i consiglieri di circoscrizione e ha decretato che, dalla prossima legislatura, solo le città con più di 250.000 abitanti potranno istituire le circoscrizioni, il tutto per “tagliare i costi della politica”. Peccato che con lo stipendio di un barbiere del Senato (133.000 euro l’anno) si paghino tutte le circoscrizioni della città e rimane pure qualcosa! Fatto sta che Reggio rimarrà senza circoscrizioni, con il risultato che i cittadini faticheranno ancora di più a segnalare i disservizi e i disagi, grazie anche ad uffici comunali che non riusciranno a ricevere e portare avanti tutte le segnalazioni per carenza d’organico. Ma, per fortuna, le nuove tecnologie ci vengono in aiuto!

Come sapete, nel 2010 il Governo ha azzerato i gettoni di presenza per i consiglieri di circoscrizione e ha decretato che, dalla prossima legislatura, solo le città con più di 250.000 abitanti potranno istituire le circoscrizioni, il tutto per “tagliare i costi della politica”. Peccato che con lo stipendio di un barbiere del Senato (133.000 euro l’anno) si paghino tutte le circoscrizioni della città e rimane pure qualcosa!

Fatto sta che Reggio rimarrà senza circoscrizioni, con il risultato che i cittadini faticheranno ancora di più a segnalare i disservizi e i disagi, grazie anche ad uffici comunali che non riusciranno a ricevere e portare avanti tutte le segnalazioni per carenza d’organico. Ma, per fortuna, le nuove tecnologie ci vengono in aiuto!

Ho pertanto depositato una mozione presso la circoscrizione Nordest per chiedere che la circoscrizione chieda al comune di studiare ed adottare uno strumento di cittadinanza attiva come epart.it o aidyourcity.com o altri, che consenta al cittadino di segnalare i disagi direttamente online e seguire tutta la pratica dal proprio computer o smartphone, e al comune di gestire al meglio le segnalazioni con il personale a disposizione. Vito Cerullo e Alessandro Marmiroli faranno lo stesso nei prossimi giorni nelle circoscrizioni Ovest e Sud.

Comments:5

  1. Ma quanto lavorano (!?) i barbieri al Senato per guadagnare una cifra simile? Per non parlare di uscieri , commessi e dipendenti vari di Camera , Senato, Palazzo Chigi, Quirinale…
    Puah, che schifo!
    Naturalmente nessun partito pensa di intaccare questi privilegi: sono tutti voti dei dipendenti e dei loro familari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *