Delrio tradisce referendum e cittadini il giorno stesso: acqua privata con utili!

Bastano poche ore al sindaco(!) di Reggio Emilia per tradire totalmente la volontà dei propri cittadini. In un’intervista al Resto del Carlino a firma di Paolo Patria ecco cosa dice: “Non ci penso neanche a scorporare l’acqua da IREN. Serve una soluzione che permetta di continuare a fare investimenti, anche con aziende pubblico-private”. E ancora, seguendo le orme di Berlusconi: “Il referendum è abrogativo, credo si possano trovare soluzioni più equilibrate”. Traduzione: dateci il tempo e troviamo il modo di fottercene del referendum.

Bastano poche ore al sindaco(!) di Reggio Emilia per tradire totalmente la volontà dei propri cittadini. In un’intervista al Resto del Carlino a firma di Paolo Patria ecco cosa dice: “Non ci penso neanche a scorporare l’acqua da IREN. Serve una soluzione che permetta di continuare a fare investimenti, anche con aziende pubblico-private“. E ancora, seguendo le orme di Berlusconi: “Il referendum è abrogativo, credo si possano trovare soluzioni più equilibrate“. Traduzione: dateci il tempo e troviamo il modo di fottercene del referendum (ricordate il nucleare?).

Il secondo quesito del referendum è chiaro: l’abrogazione dell’adeguata remunerazione del capitale investito dalla determinazione della tariffa per il servizio idrico integrato. Non puoi investire pensando di guadagnarci, ed è quello che che ogni privato si aspetta di fare.

La conseguenza logica, su cui abbiamo già intrapreso un’azione in tutti comuni in cui sono presenti consiglieri a Cinque Stelle, è lo scorporo dell’acqua da IREN.

Diffondete le menzogne del sindachetto! Che lo sappiano tutti da chi siamo governati.

Comments:1

  1. sul serio? l’articolo è già uscito? ho cercato sul sito del resto del carlino ma non c’è nulla. se avete un linck o una copia mi piacerebbe tanto postarla su fb. grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *