Conclusa la selezione meritocratica per la Fabbriceria

Si è conclusa la selezione per il ruolo da fabbricere lanciata dal blog reggio5stelle.it. Due candidature di alto livello hanno portato a scegliere un profilo di esperta in storia dell’arte, con una pubblicazione proprio sulle opere d’arte presenti nella Basilica della Ghiara. Ora il curriculum scelto verrà posto all’attenzione degli altri gruppi di minoranza, sperando che sia giudicato il merito e le competenze raccolte. E’ stato il primo esempio di democrazia diretta finalizzata alla selezione di professionalità specifiche, attraverso il portale di e-democracy unovaleuno.it. Entra per conoscere i dettagli.

Si è conclusa la selezione per il ruolo da fabbricere lanciata dal blog reggio5stelle.it. Due candidature di alto livello hanno portato a scegliere un profilo di esperta in storia dell’arte, con una pubblicazione proprio sulle opere d’arte presenti nella Basilica della Ghiara. Ora il curriculum scelto verrà posto all’attenzione degli altri gruppi di minoranza, sperando che sia giudicato il merito e le competenze raccolte. E’ stato il primo esempio di democrazia diretta finalizzata alla selezione di professionalità specifiche, attraverso il portale di e-democracy unovaleuno.it. Entra per conoscere i dettagli.

Con il risultato di 54 a 5 la selezione ha portato alla scelta di Pamela Scolari, insegnante specializzata in storia dell’arte, laureata in Lettere Moderne con indirizzo storico artistico, diverse esperienze lavorative nel settore turistico e nella promozione storico monumentale, autrice di una tesi di laurea su opere d’arte della Basilica della Beata Vergine della Ghiara, e autrice della pubblicazione “Carlo Bodoni e la decorazione della Cappella Gabbi nel Santuario della Madonna della Ghiara“, in Bollettino StoricoReggiano n. 135 del gennaio 2008, pp. 41- 61.

Un ringraziamento particolare all’altra candidatura, di alto livello per il profilo ricercato. Un grazie anche a tutti i cittadini che hanno partecipato, tra sabato e domenica, alla selezione.

 

Comments:0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *