'Ndrangheta nelle squadre di calcio:interpellanza in Comune

L’allarme del sostituto procuratore Mandolia e del presidente della CCIAA Enrico Bini, di altri inquirenti raccolta in un’interpellanza. L’inserimento di capitali mafiosi nelle squadre di calcio preoccupano perchè già riscontrate dalla magistratura e perchè tendono a creare consenso sociale attorno a personaggi legati alla ‘ndrangheta. Si chiede quali strumenti abbia la Fondazione dello Sport per valutare da chi e come vengono usati gli impianti pubblici sportivi.

‘Ndrangheta nelle squadre di calcio:interpellanza in Comune

L’allarme del sostituto procuratore Mandolia e del presidente della CCIAA Enrico Bini, di altri inquirenti raccolta in un’interpellanza. L’inserimento di capitali mafiosi nelle squadre di calcio preoccupano perchè già riscontrate dalla magistratura e perchè tendono a creare consenso sociale attorno a personaggi legati alla ‘ndrangheta. Si chiede quali strumenti abbia la Fondazione dello Sport per valutare da chi e come vengono usati gli impianti pubblici sportivi.

Siete artisti? il Comune affitta locali tramite bando (da 180 a 250 euro)

Siete artisti? Cercate un locale dove svolgere le vostre attività? Il Comune di Reggio Emilia affitta degli atelier con un’asta pubblica (finta, nel senso che tra i criteri di aggiudicazione non c’è quello economico!) che scade il 30 novembre 2011, per un periodo di 2 anni. Si partecipa al bando per mezzo di offerte segrete. I locali messi a disposizione sono presso l’Officina delle Arti di via Brigata Reggio n.29, zona Meridiana. Cinque gli atelier disponibili: 2 di 70 mq, uno di 80 mq, uno di 90 e uno di 100 mq. Nel bando pubblicato oggi le regole per la partecipazione, aperta in pratica ad ogni tipo di attività artistica. Entra per conoscere i dettagli. In caso di bisogno contatta il Comune. Anche la nostra Lista Civica è a disposizione per chiarimenti all’indirizzo mail reggio5stelle@gmail.com.

Parata in difesa della scuola pubblica: il VIDEO!

Sabato 22 ottobre alle ore 15.00 da Piazza Fontanesi partirà la “Grande parata in difesa della scuola pubblica”, promossa dal comitato in difesa della scuola pubblica, nato a Reggio Emilia qualche mese fa. Sarà l’occasione per ricordare a tutti i cittadini la grave situazione in cui versa il sistema educativo italiano a causa dei tagli inferti dal Governo e, in particolare, dalla legge Gelmini-Tremonti. Per simboleggiare che il Governo ci vuole ignoranti, il volantino è stato studiato per ritagliarlo per formare orecchie da asino con cui si sfilerà tutti insieme durante la giornata.