Strisce blu in periferia, perchè non sono stati coinvolti i cittadini?

Cittadini sul piede di guerra per l’estensione delle strisce blu in periferia, con 92 strade coinvolte. Già prevista nel Piano Urbano della Mobilità del 2008, l’iniziativa non è stata comunicata ai residenti se non nella circoscrizione sud, per i parcheggi previsti in via Passo Buole e traverse. Come mai non è stata coinvolta tutta la cittadinanza interessata da questo nuovo piano sosta? Lo chiederemo all’Assessore Gandolfi con un’interpellanza.

Parcheggi in zona Passo Buole, prima rifare le strade

L’applicazione del Piano Urbano della Mobilità sta portando il Comune a introdurre i parcheggi a pagamento in diverse zone limitrofe all’Ospedale Santa Maria Nuova. Tra queste via Passo Buole e traverse, dove alcune strade non vengono asfaltate da decenni. Restituire qualche servizio ai cittadini non sarebbe male, per una volta. E ciò si aggiunge ai parcheggi dell’ospedale, che sono già tutti a pagamento.

Il Comune faccia decadere il subappalto di SOGEA

Dopo l’impegno del Consiglio Comunale per il rispetto della legalità nel subappalto del trasporto pubblico, la situazione è solo peggiorata, con nuove evidenze circa la violazione delle norme che tutelano le condizioni di lavoro dei dipendenti. Lunedì in Consiglio Comunale sarà presentato un ordine del giorno d’ugenza, per chiedere che il Comune faccia decadere il subappalto SOGEA secondo le prerogative di legge. Togliendo il subappalto ci sarebbe anche il modo di riassumere i dipendenti senza spendere di più. A tal proposito, vien da chiedere a cosa servono subappalti di questo tipo.

Stazione TAV lievitata: video di denuncia

Il sito d’informazione studentesco Corto Circuito ha realizzato uno splendido reportage sui costi della stazione Mediopadana di Reggio. Preziose testimonianze di addetti ai lavori che spiegano il lievitare dell’impegno finanziario per un’opera di dubbia utilità. Buona visione e viva questi ragazzi!

SETA, se questo è l’inizio si va dalla padella alla brace

Mesi di passione per gli utenti reggiani del trasporto pubblico, a causa di una vertenza sindacale che è in fase di tregua. ma è bene ricordare cosa è successo, e raccontarcela tutta. Modificati i turni dei lavoratori con un impegno orario di 14 ore al giorno. Gli autisti di Reggio guadagnano 200 euro in meno dei colleghi modenesi e 480 in meno dei colleghi piacentini. Hanno scelto di non fare servizio perché non erano rispettate le regole di sicurezza, ed hanno fatto bene. Invece di minacciare multe per le corse saltate, per caso Malagoli non deve anche controllare che siano rispettate le condizioni di sicurezza?

Le ciclabili incompiute

Mettere in sicurezza le ciclabili di Canali, la nostra mozione è stata approvata all’unanimità martedi sera durante il Consiglio della Circoscrizione Sud. Le piste ciclabili realizzate dalla Provincia a fianco della Variante di Canali sono delle “incompiute”, tronconi isolati sia tra di loro che dal resto della viabilità ciclistica cittadina, della cui pericolosità avevamo già parlato prima dell’estate, denunciando diverse assurdità nella loro realizzazione. Finalmente, ieri sera il Consiglio ha impegnato il Presidente Prati ad attivarsi presso gli organi comunali competenti per trovare una soluzione, non deve più accadere che in questa città si realizzino ciclabili che finiscono in mezzo ad una rotonda ad alta velocità di scorrimento!

Trasporti, Reggio conterà meno: per qual motivo?

L’assemblea dei soci di ACT ha deliberato i disastrosi bilanci 2010 (consolidato) e 2011 (di previsione), con perdite che incrementano e sfiorano i 3 milioni di euro all’anno. Ma la vera novità dell’Assemblea è che la percentuale di ACT nella nuova società con Modena e Piacenza (SETA) cala dal 20% minimo previsto e deliberato meno di un anno fa (il 20 dicembre 2010) al 15% minimo di oggi. Perchè? Interpellanza in Consiglio.