Iren non ha piu' soldi per finire l'inceneritore di Parma – interpellanza in consiglio

Perchè IREN cerca soldi e avventure con fondi di investimento per un “polo dei rifiuti” basato sui forni inceneritori?
Interpellanza in consiglio comunale. Mentre il Parlamento
Europea vota il divieto d’incenerimento al 2020 ed in Germania E.ON
non riesce a svendere i suoi inceneritori in quanto diseconomici, IREN fa scelte inspiegabili dal punto di vista finanziario. A meno che….

Iren non ha piu’ soldi per finire l’inceneritore di Parma – interpellanza in consiglio

Perchè IREN cerca soldi e avventure con fondi di investimento per un “polo dei rifiuti” basato sui forni inceneritori?
Interpellanza in consiglio comunale. Mentre il Parlamento
Europea vota il divieto d’incenerimento al 2020 ed in Germania E.ON
non riesce a svendere i suoi inceneritori in quanto diseconomici, IREN fa scelte inspiegabili dal punto di vista finanziario. A meno che….

Raccolta umido alla Pappagnocc​a, è una finta?

Rimossi i raccoglitori dell’umido senza comunicare il giorno di raccolta con il nuovo sistema. La gente costretta a buttare l’umido nei cassonetti dell’indifferenziato. Interpellanza in Consiglio Comunale. Analoga interpellanza verra’ presentata dal consigliere provinciale Alberto Ferrigno, anch’egli colpito dal disagio

IREN ostaggio di Torino, vincere a Parma e rompere il fronte del PD

IREN ostaggio del Comune di Torino, il cui debito nei confronti della società aumenta di nuovo a 259 milioni. Facile capire come mai Torino si oppone alla riduzione dei superstipendi dei manager: chi ha debiti ha sempre un occhio di riguardo nei confronti del creditore, specie se pagano anche altri. Il fronte dei sindaci PD capeggiato da Fassino e Delrio è deleterio per il futuro della società IREN. La vittoria di Pizzarotti a Parma aprirebbe uno spiraglio fondamentale per noi emiliani.

IREN, la resa dei conti dei mancati utili era ampiamente prevedibil​e

Come da noi annunciato in conferenza stampa il 18 febbraio, IREN è in condizioni finanziarie a dir poco preoccupanti, senza alcuna capacità di staccare dividendi. Aver inserito nei bilanci dei Comuni quella voce di entrata si è rivelato un clamoroso errore. In tale situazione, dove la società si rivolge al mercato per vendere financo gli immobili destinati ad uffici, pretendere un dividendo significa incidere profondamente sulla carne viva del più importante patrimonio della città.