Iren: regia politica fuori controllo, appello ai sindaci reggiani

La vicenda F2i – inceneritore di Parma fa emergere scarsa trasparenza sulle scelte fondamentali dell’azienda: sono state diffuse informazioni fuorvianti. Di fronte alla confusione e alla scarsa lungimiranza della regia politica del capoluogo, facciamo appello ai Sindaci Reggiani per una nuova stagione di collaborazione pragmatica per il bene di Iren, dei Comuni e dei cittadini

Acqua: fermiamo IREN e avanti con la società pubblica

Una scelta seria quella dell’Assessore Tutino, passare attraverso il rispetto del referendum e puntare ad una gestione pubblica. La proposta che fu del MoVimento 5 Stelle all’indomani del SI più fragoroso d’Italia prende corpo, ma si scontra con lo smantellamento di presidi fondamentali per la gestione efficiente del ciclo idrico da parte IREN, che va fermato. A rischio la sala di telecontrollo degli acquedotti, nodo fondamentale dell’infrastruttura reggiana, senza adeguate alternative tecnologiche, ancora al palo. Intanto chiusi altri presidi fondamentali.

Spese di comunicazione IREN per il forno di Parma: accesso agli atti

Nella giornata di ieri Reggio 5 Stelle ha effettuato richiesta di accesso agli atti per conoscere il dettaglio delle spese di 633 mila euro che IREN ha sostenuto come “comunicazione”. Dopo le rivelazioni del quotidiano Parmadaily e l’accesso del consigliere Mallozzi, un altro tassello per comprendere questa oscura vicenda che interessa la più importante azienda partecipata dal nostro Comune, oggetto di varie interpellanze in Consiglio.