Basta sale giochi d’azzardo! Il sindaco di Reggio intervenga con un’ordinanza a Ospizio

Il Sindaco intervenga per placare le tensioni e le condivisibili preoccupazioni dei cittadini residenti che la apertura di questo nuovo ennesimo locale in via Emilia Ospizio ha causato. Lo può fare con un’ordinanza che chiuda, temporaneamente, quell’esercizio in zona Ospizio, rispondendo alle giuste richieste dei residenti e, parallelamente, mandando un segnale forte alla città, ai suoi giovani, che spesso ricadono in questo tunnel.

REGGIO EMILIA – In questo momento di crisi economica, in cui il gioco può essere visto come un miraggio, una falsa opportunità, occorre che le amministrazioni locali in primo luogo i Comuni, abbiano il polso per gestire la situazione, contrastando fenomeni che incentivino il gioco d’azzardo e creino tensioni tra la cittadinanza, come sta avvenendo ad Ospizio alle porte del centro storico di Reggio, con l’apertura di un nuovo locale aperto 24 ore su 24, a pochissima distanza da una scuola ed oggetto di giuste proteste in questi giorni da parte della stessa cittadinanza.

Il Sindaco intervenga per placare le tensioni e le condivisibili preoccupazioni dei cittadini residenti che la apertura di questo nuovo ennesimo locale in via Emilia Ospizio ha causato. Lo può fare con un’ordinanza che chiuda, temporaneamente, quell’esercizio in zona Ospizio, rispondendo alle giuste richieste dei residenti e, parallelamente, mandando un segnale forte alla città, ai suoi giovani, che spesso ricadono in questo tunnel. Il provvedimento può essere adottato in analogia a quanto fatto, seppur per un caso differente, dal Sindaco di Parma Federico Pizzarotti nei confronti del circo che voleva utilizzare animali esotici e gli è stato impedito per motivi di ordine pubblico (ed il Tar ha dato ragione all’amministrazione comunale).

Un Comune che ha detto di volersi impegnare contro la ludopatia e la piaga del gioco d’azzardo, non può far finta di niente.Occore agire con il pugno di ferro.

Il gioco d’azzardo in Italia è la quinta industria, con una spesa pro-capite di 500 euro a persona che fa del nostro bel paese la nazione che spende di più al mondo in gioco. Peraltro, in Italia è molto alta la quota di ludopatici, quantificati nel 2011 a 1 milione di persone che necessitano di cure e, spesso, veri e propri ricoveri per guarire da questa dipendenza, che spesso arriva a mandare in rovina intere famiglie, patologia tanto grave da essere recentemente inserita nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) dal Ministro della Salute Balduzzi.

Matteo Olivieri
Consigliere comunale
Movimento 5 Stelle-beppegrillo.it

Davide Valeriani
Consigliere circoscrizione Nord-Est
Movimento 5 Stelle-beppegrillo.it

Comments:1

  1. ciao, purtroppo sono caduto, nel gioco x scerzo, ora sono 1 drogato, le slot e una truffa che porta alla morte in tutti i sensi. io non so che fine faro. dio mi aiuti , ma maledico uno stato truffa e delinquente. amici 5 stelle fate qualcosa. mandi in friulano, significa ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *